«Aiutateci a cercare Bruno,
le telecamere sono spente»

bruno
di Luella De Ciampis

  • 1
BENEVENTO - C’è la denuncia di scomparsa, presentata nella serata di lunedì all’ufficio denunce della Questura di Benevento, da Giuseppe Gentilcore, fratello di Bruno, il paziente psichiatrico scomparso da dieci giorni dal Dsm di Morcone, dove era ricoverato. Per quanto si legge nel documento, l’uomo chiede l’intervento dell’autorità giudiziaria per fare chiarezza sugli avvenimenti di lunedì 30 e avere notizie in merito alla sorte del fratello, ma pone anche una serie di domande, finora rimaste senza risposta. Si sofferma sul fatto che la struttura è sprovvista di portierato e di guardiola, e che quindi, sia i degenti che gli estranei possono entrare e uscire, senza alcun controllo, e pone l’accento sull’impossibilità di monitorare i movimenti del pazienti, in quanto, l’unico sistema di sorveglianza esistente nelle adiacenze, di proprietà del Comune, è attualmente fuori servizio, a causa dei continui sbalzi di tensione verificati negli ultimi mesi. Circostanza questa, confermata dall’assessore alle Politiche sociali, Alessandro Delli Veneri, che sta seguendo la vicenda, partecipando peraltro alle attività di ricerca.
Mercoledì 9 Ottobre 2019, 07:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP