Centrodestra, a Benevento De Stasio accetta la sfida

Martedì 10 Agosto 2021 di Paolo Bocchino
Centrodestra, a Benevento De Stasio accetta la sfida

«Ci sono». Due semplici parole capaci di spazzare via mesi di traversìe e incomprensioni. Le ha pronunciate ieri Rosetta De Stasio annunciando ufficialmente la discesa in campo alla testa del centrodestra beneventano. Uno schieramento sui generis rispetto a quello tradizionale perché privo di Forza Italia. «Un'anomalia tutta locale», fa notare non a caso la candidata sindaca di Lega, Fratelli d'Italia, Udc e delle civiche Benevento Libera e Città Nuova. Proprio l'invito congiunto di tali forze, due giorni fa, ha consentito al centrodestra di svoltare. De Stasio è la quinta candidata in città: sfiderà il sindaco Clemente Mastella, Luigi Diego Perifano, Angelo Moretti e Antonio Del Mese. «L'appello rivoltomi dai coordinatori regionali di Lega, Fratelli d'Italia e Udc, nonché dalle civiche Benevento Libera e Città Nuova - esordisce De Stasio - mi ha imposto una profonda riflessione e un'assunzione di responsabilità politica. Nonostante siamo in ritardo rispetto alla data delle elezioni, non posso esimermi dall'onere di una candidatura nell'ottica della ricomposizione di un centrodestra latitante a Benevento da oltre quindici anni. La mia storia politica non mi consente di assistere inerme alla polverizzazione di un mondo culturale, ideologico e politico che può e deve essere protagonista».

Video

Accettazione maturata in poche ore dopo le sollecitazioni dei vertici regionali dei partiti, e arrivata dopo che De Stasio aveva annunciato il disimpegno definitivo. Ma è già passato remoto e De Stasio guarda avanti con il piglio della leader: «Si è tentato in ogni modo di distruggere un'area con tutte le armi possibili, compresa la compravendita dei consensi e dei candidati e la promessa di un assessorato o di un posto al sole. Martusciello e i suoi due fidi scudieri (evidente il riferimento al coordinatore cittadino di Fi Nascenzio Iannace e all'ex assessore Antonio Reale, ndr), a nome di un partito da sempre di destra, hanno da tempo siglato un accordo con il sindaco, oggi collocato nella sinistra deluchiana. Si tratta di un'anomalia solo beneventana visto che altrove Fi fa parte, com'è naturale, del centrodestra. Ma anche a Benevento, ne sono certa, gli elettori di Fi non avranno dubbi sulla scelta da operare. Guidare e ricostituire il centrodestra è una sfida ambiziosa; rappresentarlo degnamente al Comune è un obiettivo affascinante.

Non vengo meno alle mie responsabilità: sarò candidata a sindaco. Il centrodestra non ha bisogno di mettere in campo dieci o più liste perché la sua alleanza naturale è con i cittadini che non si riconoscono nel trasformismo mastelliano, nella sinistra ormai priva di identità, nel falso civismo. E sarà questa alleanza a ridare dignità a Benevento, saccheggiata in questi anni dai predoni di mestiere, oggi direttamente o indirettamente in campo in ossequio alla teoria del viandante. L'impegno del centrodestra è ridare speranza a tutti coloro che non si sono mai arresi».

Parole accolte con un certo sollievo dalle forze della coalizione. Tra i protagonisti principali della svolta il numero uno della Lega in Campania Valentino Grant: «Siamo felici e grati che Rosetta De Stasio abbia accolto il nostro accorato appello con grande senso di responsabilità e di vero servizio al territorio. Ringraziamo gli amici di Fdi per la grande collaborazione e il lavoro per l'unità del centrodestra, insieme all'Udc e ai coordinatori delle liste civiche. Siamo sicuramente delusi dall'atteggiamento di Fi, estremamente ondivago e disfattista, non teso a portare avanti le istanze dei territori ma solamente a giochetti di vecchia e logora politica. Il vero centrodestra beneventano è al fianco di De Stasio ed è composto da donne e uomini che hanno sempre e solo lavorato con umiltà e passione per il bene della città». Soddisfazione anche nel commento a caldo del coordinatore provinciale di Fdi Mimmo Matera: «Siamo già al lavoro per recuperare il tempo trascorso. Presenteremo agli elettori una candidatura dalla storia saldamente alternativa sia alla gestione mastelliana, sia a quelle del centrosinistra. Noi siamo altra cosa, e siamo certi che in tanti la pensino come noi».

A sostenere la corsa di De Stasio ci saranno una lista della Lega che si presenterà con il brand territoriale «Prima Benevento», una di Fdi, e una compagine composta dalle civiche «Benevento Libera» di Luigi Bocchino e «Città Nuova» di Nazzareno Fiorenza, nella quale potrebbero trovare spazio candidati Udc. Al momento non si prevede una «lista De Stasio» di diretta ispirazione della candidata.

Ultimo aggiornamento: 09:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA