Cerreto, una piazza per il brigante patriota

Cerreto Sannita - Cambia la toponomastica e viene dedicata una opiazza anche a Cosimo Giordano, il «brigante-patriota» che lottò i «piemontesi». Per la cittadina della ceramica avrà così strade e piazze intitolate a personaggi illustri della storia locale lasciando una traccia nella memoria dei cerretesi. La giunta ha deliberato undici nuovi toponimi. Le vecchie vie Carpentieri, Sole, Usignolo, Antico, Salice, Scultore, Giardino, Vico Viole e Cipressi sono state sostituite rispettivamente dalle vie Lucia Ciarleglio Brunelli, insegnante e autrice di poesie in vernacolo; Domenico Franco,professore premiato dall’Accademia dei Lincei per il carattere scientifico delle sue opere storiografiche; Antonio Venditti, avvocato e deputato del Parlamento nel 1904, 1909, 1913 e 1919; Tommaso Carapella, musicista e compositore, autore di raccolte dedicate all’imperatore Carlo VI; Antonio Ciaburri, farmacista e chimico nato nel 1854, proprietario di un laboratorio in cui preparava formule mediche richieste da tutta l’Italia; Michele Massarelli, geologo; Domenico Marchitto, ceramista del Settecento; Giovan Lorenzo Dalio, canonico e poeta di versi in latino, uno dei pochi superstiti del terribile terremoto del 1688; Padre Pio, il cui culto è forte anche a Cerreto Sannita.
A cambiare nome anche la piazzetta di Santa Chiara che è stata, invece, dedicata a un volto noto della storia sannita. La piazza, d’ora innanzi, evocherà Cosimo Giordano, nato a Cerreto Sannita nel 1839, divenuto parte del «Corpo Borbonico dei Carabinieri a cavallo».
 
Domenica 28 Febbraio 2016, 09:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP