Choc in Campania: furto con sparatoria in centro

Choc in Campania: furto con sparatoria in centro
di Giuseppe Piscitelli
Lunedì 1 Febbraio 2016, 11:56
3 Minuti di Lettura
Sant'Agata dei Goti. Furto con sparatoria in pieno centro. Per fortuna senza feriti. Stavolta i soliti ignoti, presumibilmente una banda di extracomunitari non di colore, hanno preso di mira, in pieno pomeriggio, un appartamento al primo piano nei pressi della sede succursale dell'Istituto d'istruzione superiore «Alfonso de' Liguori» in viale Giannelli, una delle zone più densamente popolate della città, a due passi dal centralissimo viale Vittorio Emanuele III e dalla strada provinciale per Caserta.

La famiglia che abita l'appartamento, composta dai coniugi L.S. e C. R. e dalla figlia G., era scesa di casa da una quindicina di minuti per far visita ad alcuni parenti al di là della strada e, approfittando della mitezza del clima, per una passeggiata domenicale sul ponte. Accortesi che la casa era deserta, sei persone hanno sfondato il portone d'ingresso, (mentre altre due restavano in attesa a borso di due automobili, pare una Seat ed un'Audi) sono entrate nell'appartamento ed hanno asportato oro e soldi. Non contente del bottino che avevano razziato nelle stanze, hanno provveduto a scardinare da una parete posta dietro un armadio anche una cassaforte, nascosta alla men peggio. I forti rumori di quanto i rapinatori stavano facendo nell'abitazione hanno destato prima la curiosità e poi l'allarme dei residenti nelle abitazioni vicine nella zona, centrale e piena di traverse. Immediata la reazione che è scaturita dopo che ci si è resi conto di quanto stava accadendo. Uno dei vicini, una guardia giurata, ha anche provato a distogliere i ladri dal furto, ma quando li ha incrociati è stato persino fatto oggetto di minacce da uno dei malviventi che stava uscendo dall'abitazione dopo aver compiuto il furto.

La guardia giurata non è riuscito a fermare la banda, pur sparando dei colpi di pistola in aria con l'arma di servizio. Le due automobili dei ladri poi sono riuscite ad allontanarsi imboccando una stradina laterale di una traversa, lungo la quale hanno anche trovato un'auto d'intralcio. Allora, come hanno riferito dei testimoni, al fine di evitare di perdere altro tempo prezioso, sono persino ricorsi al trucco di porre sul tetto delle due auto dei lampeggianti per favorirsi la fuga senza alcun altro intoppo. Sul posto sono giunti immediatamente i carabinieri della locale stazione «Tiziano Della Ratta», diretta da Antonino Lombardo, che stanno conducendo le indagini sul caso. Un caso che non fa altro che aumentare la paura della popolazione. Malgrado l'impegno delle Forze dell'Ordine, il fenomeno dei furti in appartamento, purtroppo, si sta diffondendo un po' ovunque. Anche in pieno giorno ed in una zona popolata.
© RIPRODUZIONE RISERVATA