Digitale, svolta con i fondi del Pnrr disco verde al piano servizi «smart»

Sabato 21 Maggio 2022
Digitale, svolta con i fondi del Pnrr disco verde al piano servizi «smart»

Rendere sempre più fruibili in chiave digitale i servizi per il cittadino. Il sindaco Clemente Mastella ha annunciato che è pervenuta la comunicazione, da parte del dipartimento per la Trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei ministri, dell'ammissione al finanziamento della proposta progettuale inoltrata da Palazzo Mosti a valere sull'avviso Pnrr «Missione 1 - componente 1 - investimento 1.2 Abilitazione al cloud per le Pa locali Comuni» per l'importo di 419.124 euro, redatta dall'ufficio transizione al digitale dell'ente. Il bando finanzia l'implementazione di un piano di migrazione al cloud (comprensivo delle attività di assessment, pianificazione della migrazione, esecuzione e completamento della migrazione, formazione) delle basi dati e delle applicazioni e servizi dell'amministrazione.

Diversi gli ambiti coinvolti nella candidatura dei servizi previsti dalla misura 1.2. A cominciare dai servizi informativi e dall'attività di gestione dei rapporti con il pubblico. L'obiettivo è realizzare il progetto Crm (Citizen relationship management), che prevede la progettazione di una soluzione tecnologica ed organizzativa per consentire ai cittadini di comunicare in modo agile con i servizi dell'ente, per effettuare segnalazioni, richiedere informazioni, risolvere problemi in modo interattivo e tracciabile senza recarsi agli sportelli. Il cittadino dovrà poter utilizzare, in alternativa al telefono, gli strumenti che è abituato ad usare quotidianamente (smartphone, social o altro) per interagire con i servizi comunali. Passando invece alla produttività individuale, in agenda anche un sistema integrato per la gestione evoluta di posta elettronica ordinaria, social collaboration aziendale, riunioni di lavoro online, creazione, modifica, condivisione di documenti, presentazioni, fogli di calcolo, in ambiente cloud fruibile anche da remoto, per esempio in smart working. Per quanto riguarda invece i servizi socio-assistenziali e sanitari, la missione è rendicontare le attività e i servizi implementati con la recente acquisizione della piattaforma «Saas Sicare SiVoucher». Per l'ambiente e la tutela del territorio, urbanistica ed edilizia, si punta anche alla sostituzione dell'obsoleto e non più aggiornabile Sistema informatico territoriale (Sit) comunale, recuperandone i dati e attivando una soluzione moderna e fruibile che consenta tra l'altro di implementare i servizi del bando «ambiente - Piano assetto idrogeologico (Pai)- rifiuti - pianificazione - toponomastica» e, per urbanistica ed edilizia, commercio e attività produttive, «pratiche Sue, pratiche Suap autorizzazioni, concessioni, mercati».

Passando alla polizia municipale, si punta al trasferimento nel cloud del fornitore dei servizi della piattaforma Maggioli Concilia, recentemente aggiornata e installata sul più moderno cluster di virtualizzazione comunale, con la copertura del servizio del bando «multe e verbali: gestione delle violazioni al codice della strada, a regolamenti e normative specifiche, inclusa l'irrogazione di sanzioni». Infine, per le gare e gli appalti, si guarda al trasferimento nel cloud del fornitore dei servizi della piattaforma Maggioli Appalti e Affidamenti, con integrazione con il sistema di protocollazione dell'ente tramite web service, e con la copertura del servizio del bando «Gare e Appalti».
Infine il sindaco, nell'esprimere soddisfazione per la capacità progettuale dell'ente e per questo ulteriore importante traguardo raggiunto, nel ringraziare il dirigente Verdicchio, la Po De Chenno e tutto l'ufficio, comunica anche che a breve dovrebbe essere completata l'istruttoria degli altri progetti che lo stesso ufficio ha presentato al Dipartimento.
ma.bo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA