Formazione e lavoro, intesa tra Unifortunato e Asia

Sottoscritto un protocollo di intesa con l'obiettivo di favorire il dialogo tra sistema produttivo e mondo dell’Università.

Da sinistra il rettore dell UniFortunato Giuseppe Acocella, l amministratore unico di Asia Benevento Donato Madaro e Alfredo Salzano responsabile relazioni esterne Unifortunato.
Da sinistra il rettore dell’UniFortunato Giuseppe Acocella, l’amministratore unico di Asia Benevento Donato Madaro e Alfredo Salzano responsabile relazioni esterne Unifortunato.
di Marianna D'Alessio
Martedì 6 Giugno 2023, 19:26
2 Minuti di Lettura

Sottoscritto un protocollo di intesa tra l'Università Giustino Fortunato e l’Asia con l'obiettivo di incrementare le attività nell’ambito dei settori della formazione, della ricerca, dell’innovazione, dell’internazionalizzazione, del public engagement e del placement. Protagonisti dell'accordo siglato presso la sede dell'Ateneo telematico il rettore dell’UniFortunato Giuseppe Acocella e l’amministratore unico di Asia Benevento Donato Madaro. L'intesa prevede che le parti si impegnino a collaborare al fine di favorire il dialogo tra sistema produttivo e mondo dell’Università e della Ricerca, anche mediante l’organizzazione di progetti, seminari e convegni su argomenti di interesse comune, oltre a favorire la formazione e l’aggiornamento professionale dei membri dell’ente e degli associati.

Il rettore nell’esprimere apprezzamento per questa iniziativa, ha anche annunciato l’attivazione di un master in «Imprese e Diritto dell’Ambiente» , «quasi unico in Italia» - ha rilevato  - e «che sottoporremo alla valutazione dell’Asia  perchè l'Accademia deve misurare anche le proprie capacità formative sulle esigenze reali, concrete e professionali».

Soddisfazione è stata espressa anche da Madaro che ha aggiunto: «Il primo obiettivo sicuramente sarà l'impianto multimateriale che realizzeremo in contrada Olivola per il quale c'è bisogno di più competenze trasversali: mondo accademico e mondo dell'impresa che dovranno dialogare costantemente per garantire la qualità del servizio ai cittadini». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA