Pedofilo ucciso per vendetta,
la Cassazione conferma gli arresti

La Corte di Cassazione ha confermato gli arresti di Giuseppe Massaro e Generoso Nasta e respinto i ricorsi degli avvocati. I due, rispettivamente di Sant'Agata de' Goti e San Felice a Cancello, furono arrestati nel dicembre del 2018 per l'omicidio di Giuseppe Matarazzo a seguito di indagini condotte dai carabinieri coordinati dalla Procura della Repubblica.

Matarazzo, che era appena uscito di carcere dopo undici anni scontati per violenza sessuale nei confronti di due sorelle di Frasso Telesino, fu ucciso nel luglio del 2018 da due persone a bordo di un'auto che, a volto scoperto, gli avevano esploso dei colpi di pistola fuori alla sua abitazione. Grazie al segnale Gps gli inquirenti riuscirono a stabilire che l'automobile di uno dei due si trovasse sul luogo del delitto e che, anche nei giorni precedenti, lo stesso mezzo aveva effettuato percorsi ad orari identici rispetto a quelli dell'omicidio. Ad inchiodare i due anche un testimone che raccontò di aver riconosciuto Nasta mentre con Massaro si davano alla fuga. 
Mercoledì 8 Maggio 2019, 16:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP