L'addio di Castelvetere al giovane morto nell'incidente di Melfi

orti sociali
di Celestino Agostinelli

BENEVENTO - Silenzio, commozione e tanta partecipazione. L’intera comunità di Castelvetere Valfortore, con il sindaco Gianfranco Mottola e amministrazione comunale in testa, ha voluto tributare l’ultimo saluto al giovane concittadino Nicola Forte morto per un incidente stradale sulle strade di Melfi. Tantissimi anche i cittadini di Baselice, paese della moglie di Nicola, Grazia che, con il sindaco Domenico Canonico e il parroco don Michele Benizio, hanno voluto stringersi alla loro giovanissima concittadina ed al figlioletto, G., di appena cinque mesi.
«Confidare nella forza della preghiera per affrontare questo momento di distacco e dolore che solo la fede nel Signore può garantire». Questi alcuni passaggi dell’omelia durante la messa concelebrata dal parroco don Gianluca Spagniuolo, dal vicario generale don Franco Iampietro, che è stato parroco di Castelvetere e non è voluto mancare, e dal parroco di Baselice don Michele. Tra le lacrime e l’emozione generale molto toccante le parole della nipotina di Nicola e di un’amica di famiglia. Poi il corteo si è snodato alla volta del cimitero con il feretro, portato in spalla dagli amici del giovane, tra il dolore composto di gente che vive tra semplicità e condivisione all’ombra di valori veri che da queste parti sono ancora ben saldi. Per tutta la durata delle esequie è stato proclamato il lutto cittadino.  
Martedì 16 Gennaio 2018, 18:32 - Ultimo aggiornamento: 16-01-2018 18:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP