Ingerisce alcol e farmaci e chiama
la polizia: salvata in extremis

Venerdì 16 Novembre 2018
Una donna di 48 anni in un momento di depressione ha tentato di togliersi la vita ma è stata salvata dagli agenti della Squadra Volante della questura. È stata trasportata subito in ospedale ma le sue condizioni non destano preoccupazioni. La donna aveva appena ingerito un mix di alcool e medicinali nel tentativo di togliersi la vita all'interno della sua abitazione al rione Ferrovia. Da una prima ricostruzione alla base del gesto ci sarebbe la separazione dal marito, mai accettata dalla donna. A seguito della segnalazione alla centrale operativa del 113, da parte di un amico della donna, gli agenti della Squadra Volante coordinati dal commissario capo Andrea Monaco si sono portati immediatamente sul posto con il personale medico del 118. Vista l'impossibilità di accedere all'interno dell'appartamento, gli agenti hanno fatto ingresso da una scala esterna forzando la finestra del bagno dell'abitazione.

Rinvenuta priva di sensi, la quarantottenne è stata immediatamente stabilizzata dal personale sanitario del 118.

Ricoverata all'ospedale «Rummo», dove resterà ancora sotto osservazione, è stata dichiarata fuori pericolo di vita. Già nei mesi scorsi gli agenti avevano salvato un'altra donna che aveva deciso di farla finita accendendo nell'abitacolo della sua vita un braciere con alcuni pezzi di legno. Un sistema di esalazioni venefiche che senza l'intervento dei poliziotti avrebbe causato la morte della donna.
 
La polizia, intanto, è impegnata in vista delle festività di fine anno anche su un altro fronte. L'edizione 2019 del calendario. Quest'anno è stato scelto di raccontare la sua attività attraverso il linguaggio dell'arte grafica, con dodici inedite illustrazioni, realizzate da prestigiosi disegnatori di fumetto. Tra gli artisti figurano Bruno Brindisi, tra i più noti fumettisti della casa editrice Bonelli che, insieme a Roberto De Angelis e Luca Raimondo, firmano personaggi come Dylan Dog, Tex e Nathan Never; ma anche autori quali Raffaele della Monica, Daniele Bigliardo, Luigi Siniscalchi, Walter Venturi, Massimiliano Bertolini, Raul e Gianluca Cestaro, Stefano Casini fino al più giovane Jonathan Fara, disegnatore del «Commissario Mascherpa».

Il fumetto, quindi, quale mezzo di rappresentazione del presente e immaginazione del futuro. Anche quest'anno parte del ricavato della vendita sarà destinato al Comitato italiano per l'Unicef Onlus per sostenere il progetto «Yemen» e altra parte al Fondo Assistenza della Polizia di StatoPiano Marco Valerio, istituito per sostenere i figli minori dei dipendenti della polizia affetti da gravi patologie.

Con i ricavati della vendita del calendario 2018 sono oltre 2,5 milioni di euro i fondi raccolti e donati ai progetti Unicef dal 2001. L'acquisto del calendario della Polizia di Stato, viene gestito dagli Urp (uffici relazioni con il pubblico) delle questure, previa prenotazione e un versamento di 8 euro per l'edizione da parete e di 6 euro per quella da tavolo, sul conto corrente postale 745000, intestato a «Comitato italiano per l'Unicef», avendo cura di inserire nella causale «Calendario della Polizia di Stato 2019 per il progetto Unicef Yemen». A partire da oggi, inoltre, tutti i cittadini potranno acquistarlo anche online sul sito www.unicef.it nella sezione «Regali e prodotti».
  © RIPRODUZIONE RISERVATA