Ingerisce alcol e farmaci e chiama
la polizia: salvata in extremis

Una donna di 48 anni in un momento di depressione ha tentato di togliersi la vita ma è stata salvata dagli agenti della Squadra Volante della questura. È stata trasportata subito in ospedale ma le sue condizioni non destano preoccupazioni. La donna aveva appena ingerito un mix di alcool e medicinali nel tentativo di togliersi la vita all'interno della sua abitazione al rione Ferrovia. Da una prima ricostruzione alla base del gesto ci sarebbe la separazione dal marito, mai accettata dalla donna. A seguito della segnalazione alla centrale operativa del 113, da parte di un amico della donna, gli agenti della Squadra Volante coordinati dal commissario capo Andrea Monaco si sono portati immediatamente sul posto con il personale medico del 118. Vista l'impossibilità di accedere all'interno dell'appartamento, gli agenti hanno fatto ingresso da una scala esterna forzando la finestra del bagno dell'abitazione.

Rinvenuta priva di sensi, la quarantottenne è stata immediatamente stabilizzata dal personale sanitario del 118.

Ricoverata all'ospedale «Rummo», dove resterà ancora sotto osservazione, è stata dichiarata fuori pericolo di vita. Già nei mesi scorsi gli agenti avevano salvato un'altra donna che aveva deciso di farla finita accendendo nell'abitacolo della sua vita un braciere con alcuni pezzi di legno. Un sistema di esalazioni venefiche che senza l'intervento dei poliziotti avrebbe causato la morte della donna.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 16 Novembre 2018, 14:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP