Mongolfiere, boom di turisti per i voli

Lunedì 14 Ottobre 2019 di Paolo Bontempo
Boom di visitatori a Fragneto per vedere le mongolfiere in volo. A favorire la notevole affluenza anche le splendide giornate di sole. Unica nota stonata il mancato arrivo del treno storico che, invece, era stato programmato con due corse, sia di sabato che di domenica. «Dopo aver realizzato la tappa del treno storico da Pietrelcina ad Assisi dice Carmine De Camillis, presidente del consiglio comunale - evidentemente la Fondazione Ferrovie dello Stato ha esaurito i fondi e perciò l'azienda ha annullato le corse che erano state programmate proprio in occasione delle mongolfiere. Ciò ha penalizzato i tanti visitatori che da Napoli volevano raggiungere Fragneto a bordo del vecchio treno express». L'evento comunque, nonostante l'assenza del treno storico, ha fatto registrare il sold out anche quest'anno con tante presenze di turisti curiosi e appassionati dei palloni aerostatici. Una magia che attira e che stupisce ogni volta, grazie anche all'accoglienza offerta dal paese con il suo maestoso borgo antico particolarmente attrattivo. Tante famiglie con bambini a seguito, sia di mattina ma soprattutto di pomeriggio, hanno affollato il campo sportivo e le vie del borgo antico.

 

Grande successo anche durante le tre serate con musica e spettacoli. Riproposto anche lo spettacolare incendio del campanile.
«È l'edizione dice il sindaco Luigi Facchino - che ha registrato il maggior numero di presenze, stimabili intorno alle 20mila persone. Tanti visitatori nell'ultima giornata, con code sulla statale 87, per ammirare il decollo dei fantastici palloni aerostatici. Il mio ringraziamento va a tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita del raduno, anche quest'anno con appuntamenti speciali, dalla cultura alle degustazioni, con l'apertura eccezionale del castello ducale. Il nostro, anche se è un piccolo paese, riesce ogni anno a organizzare una manifestazione importante per il Sannio. L'evento continua a mantenere radici profonde ancorate nel territorio e nella sua tradizione ed è questo è il segreto del suo successo». Impegnata nell'organizzazione dell'evento anche il consigliere comunale Tanya Terlizzo. «Si è rinnovato anche quest'anno l'appuntamento con le mongolfiere dice - che hanno colorato il cielo del nostro paese. Tante le novità di questa nuova edizione, a partire dai murales che hanno decorato il nostro municipio e l'ufficio postale dando al centro storico quel tocco di modernità che ha apportato valore al nostro paese. Riconfermati gli ormai storici pistonieri di Cava dei Tirreni, con lo spettacolo di pomeriggio dell'ultimo giorno di voli. La speranza è quella di fare sempre meglio con il desiderio di dare valore a un piccolo paese che ha fatto della magia del volo il suo punto di forza».
Le vie del paese sono state animate anche dalla sfilata di clown e da tante bancarelle con le mostre nei vicoli del borgo antico. «Tra le novità di quest'anno - conclude De Camillis - ci sono state le guide turistiche per accompagnare i visitatori lungo il percorso storico culturale, enogastronomico e aerostatico. Ha funzionato bene anche l'infopoint. Nonostante la riduzione del finanziamento regionale da 70mila a 45mila euro siamo riusciti a organizzare un evento di qualità». Particolarmente soddisfatta anche Elianna Sacchetti che ha organizzato la sedicesima edizione del «Premio Solidarietà Padre Pio» come vetrina per coloro che spendono la loro vita nel concreto aiuto degli altri. «Hanno partecipato il sindaco di Clemente Mastella, la senatrice Sandra Lonardo spiega Sacchetti - e il presidente della Provincia Antonio Di Maria alla premiazione di Giovanni Maddaloni, Avanzi Popolo 2.0 e Medici senza frontiere». a cerimonia si è svolta nella chiesa della Santissima Croce.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA