Morto per la gravità delle ferite
​l'anziano ustionato dalla stufa

di Celestino Agostinelli

Non ce l'ha fatta Costantino Maddalena il pensionato settantacinquenne rimasto gravemente ustionato mentre era intento ad accendere un bruciatore nel garage della sua abitazione in Via Achille Toro a Baselice, lo scorso 2 giugno. Maddalena fu trasportato in codice rosso presso l'ospedale Rummo di Benevento, ma, date le condizioni disperate (ustioni in gran parte del corpo ed alcune di terzo grado al viso), si era reso necessario il trasferimento al centro grandi ustionati del Cardarelli a Napoli. Il pensionato è deceduto nella tarda serata di mercoledì dopo atroci sofferenze. Il fatto era accaduto la sera del due giugno, Maddalena, data la fredda temperatura, ha pagato a caro prezzo la scelta di velocizzare l'accensione di una caldaia che genera l'impianto di riscaldamento dell'abitazione aiutandosi con dell'alcol. Nonostante il tempestivo intervento della moglie e dei medici, le condizioni del pensionato sono apparse subito molto gravi e neppure i sanitari di Napoli sono riusciti a salvarlo. La situazione clinica è infatti precipitata.

Maddalena padre di due figli, Laura ed Emilio, un affermato avvocato, lascia quattro nipotini ai quali era particolarmente legato. Aveva lavorato come dipendente del Comune e si godeva la meritata pensione con la moglie Maria, che da quella sera di giugno è rimasta accanto al suo Costantino. «Il mio personale ricordo di Costantino», ha detto il sindaco Lucio Ferella, «è di una persona buona, onesta, operosa, amata e stimata da tutti». Il parroco Don Michele Benizio parla di «un lavoratore bravo e attento». I funerali di Maddalena avranno luogo oggi alle 16.
 
Venerdì 14 Giugno 2019, 12:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP