Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ondata di calore, temperature record
a Benevento: pronto soccorso mobilitato

Lunedì 27 Giugno 2022 di Giuseppe Di Martino
Ondata di calore, temperature record a Benevento: pronto soccorso mobilitato

È arrivata anche a Benevento la prima ondata di calore dell'estate 2022, dopo le temperature alte, e comunque, anomale delle scorse settimane. Oggi le temperature percepite, come indicano le previsioni raggiungeranno i 40 gradi, con possibili disagi per i cittadini, soprattutto anziani e fragili. Ecco perché la Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di criticità per rischio meteo da «ondata di calore». Fino alle 8 di mercoledì nei comuni campani indicati a rischio moderato ed elevato si prevedono temperature massime che potranno essere superiori ai valori medi stagionali di 7, 8°C, associate a un tasso di umidità che, soprattutto nelle ore serali e notturne sul settore costiero, potrà superare anche il 50, 60% e in condizioni di scarsa ventilazione. «Il pericolo maggiore di questa ondata di calore - spiega il sindaco di Benevento, Clemente Mastella- sarà la durata. La cappa e il caldo potrebbero insistere anche dopo mercoledì. Non dimentichiamo che il Mediterraneo registra già 5 gradi più della media e che per almeno dieci giorni non sono previste precipitazioni importanti. Convocherò la mia squadra e gli esperti del settore per stabilire un piano anti-caldo». La Sala operativa regionale, in considerazione dell'avviso della Protezione Civile, invita i sindaci di tutti i Comuni e gli enti competenti a porre in essere le procedure di propria pertinenza relative alla vigilanza per le fasce fragili della popolazione. Mastella, in tal senso, suggerisce ai cittadini alcuni comportamenti e azioni da tenere fuori e dentro casa, prevenendo disagi e problemi di salute. «Per il caldo eccessivo di questi giorni - continua il sindaco - si consiglia per gli anziani di bere acqua più del solito, farsi la doccia il più possibile evitando però spreco di acqua e non fare attività faticose. Chiedo ai parenti di visitare quotidianamente i loro cari più anziani e nei condomini di prestare attenzione a chi è più fragile. Indossare abiti chiari, alimentazione non eccessiva, proteggere sempre la testa, evitare sbalzi di temperatura e conservare i farmaci in frigo. Per chiunque ha problemi chiami i numeri di emergenza perché fino a mercoledì sarà dura».

Video


La fascia tricolore, poi, fa il punto della situazione siccità in città. «Al momento non registriamo segnali di crisi ma l'attenzione resta sempre alta, le condizioni sembrano per ora totalmente gestibili e non ipotizziamo alcun razionamento nelle prossime settimane». Misure anti-caldo e iniziative per la socialità dedicate agli anziani e ai disabili verranno presentate dall'assessore alle Politiche Sociali, Carmen Coppola. «Bisognerà potenziare gli interventi tramite il nostro Pronto intervento sociale spiega Coppola - in particolar modo ad agosto quando la città si svuoterà allentando la rete familiare e di vicinato. Dobbiamo stare accanto a chi è più fragile, con servizi di assistenza e momenti di socialità».

Fondamentale per affrontare l'anticiclone africano è il rispetto di semplici comportamenti e misure di prevenzione che possono contribuire a ridurre notevolmente le conseguenze nocive delle ondate di calore. Gli esperti e le autorità sanitarie, infatti, raccomandano di uscire solo se necessario, di evitare di esporsi al sole nelle ore più calde e di proteggersi in ambienti freschi e climatizzati. «Quando arrivano queste ondate di calore gli anziani e i fragili devono stare attenti, il mio appello è di rimanere a casa e di uscire, se necessario, nelle ore serali. Con queste temperature soprattutto chi è cardiopatico o chi ha la pressione ballerina corre troppi rischi» dice Aniello Petito, presidente della Protezione Civile di Benevento. Si tratta di semplici regole in grado di limitare l'esposizione alle alte temperature, facilitare il raffreddamento del corpo ed evitare la disidratazione, ridurre i rischi nelle persone più fragili. «Le regole generali anti-caldo sono sempre le stesse - ricorda Petito - ma la principale è idratarsi a dovere, tante richieste di aiuto arrivano da anziani che non bevono abbastanza. Poi non si dovrebbe uscire nelle ore più calde. Chi è anziano e fragile piano piano perde liquidi e non se ne accorge, ecco che si disidratano e in alcuni casi c'è la necessità di chiamare l'ambulanza». Il picco massimo di caldo, con temperature percepita superiore a 41 gradi, dovrebbe però arrivare venerdì 1 luglio, mentre un momentaneo e graduale calo potrebbe iniziare a metà della prossima settimana.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA