Pini tagliati a Benevento, incognita sostituzioni: operazioni in stand-by sul Viale

Va effettuata la sostituzione degli esemplari eliminati nel 2019 per un totale di 40 alberi

Pini tagliati a Benevento, incognita sostituzioni: operazioni in stand-by sul Viale
di Paolo Bocchino
Mercoledì 16 Novembre 2022, 10:20 - Ultimo agg. 17 Novembre, 13:04
4 Minuti di Lettura

Viale degli Atlantici, la fase 3 stenta a decollare. Portate a termine con grande rapidità le operazioni di abbattimento di 26 pini considerati a rischio e i trattamenti endoterapici delle altre conifere colpite da attacchi parassitari, si fa attendere invece l'avvio dell'ultimo step messo in programma dal Comune. Va effettuata la sostituzione degli esemplari appena eliminati e di quelli rimossi nel 2019 per un totale di 40 alberi, così da rimpiazzare integralmente i numerosi tagli eseguiti negli ultimi anni. Ma la sostituzione al momento non è in cantiere.

L'assessorato all'Ambiente ha già proceduto alla rimozione delle ceppaie residue all'interno delle vasche che accoglieranno i nuovi impianti, ma non ha reso noti i tempi dell'annunciato avvicendamento. Probabile che sullo stallo abbia inciso la prescrizione condizionante imposta dalla Soprintendenza che ha preteso la ricollocazione di pinus pinea (pino domestico) per garantire la continuità storica e geografica del duplice filare che si avvia a festeggiare i 90 anni, ancorché rimaneggiato.

Elementi integranti del patrimonio ambientale e urbanistico rappresentato da viale degli Atlantici, non a caso tutelato anche dal Puc come zona associata per estensione al centro storico. Ma non solo: nel procedere alla sostituzione si dovranno impiantare alberi di altezza non inferiore ai 3 metri per minimizzare l'effetto visivo dell'alternanza tra esemplari vecchi e giovani. Un compito che si sta rivelando complesso, come testimonia lo stand by confermato anche ieri dai competenti uffici di settore. Il reperimento e il costo delle piante sono elementi che non agevolano il completamento dell'operazione portata a conclusione fin qui con grande solerzia. Non ci sono invece vincoli da parte del servizio fitosanitario della Regione in merito alle condizioni arboricolturali del nuovo impianto: «Se il Comune è pronto può procedere anche subito - assicura Pasquale Pio Izzo, responsabile degli uffici cittadini del Servizio - Dal punto di vista meteoclimatico, è preferibile effettuare gli impianti in un periodo con precipitazioni abbastanza ricorrenti e temperature non eccessivamente rigide.

Finora è piovuto poco e il terreno potrebbe non essere in condizioni ideali per ricevere i nuovi alberi, ma già tra qualche giorno probabilmente saranno migliori. Da parte nostra, comunque, non ci sono altri pareri da esprimere dopo quelli previsti per legge sulle azioni di contrasto alla infestazione da cocciniglia tartaruga». 

Video

Parallelo al capitolo verde urbano viaggia quello del decoro. A sollevare la questione ieri è stato il consigliere comunale e segretario provinciale di Azione Vincenzo Sguera: «Le recinzioni ancora presenti tra viale Atlantici e via Pacevecchia vanno rimosse al più presto. Oltre ad essere antiestetiche, quelle reti color arancio sono inutili, sono un ricettacolo di immondizia e rappresentano anche un pericolo. Già in passato, durante i lavori delle commissioni consiliari, è stata più volte sottolineata, dal sottoscritto e da altri consiglieri, l'esigenza di liberare completamente i marciapiedi dalle recinzioni. Considerato che è stato completato nelle scorse settimane il taglio dei pini ritenuti pericolosi, procrastinare la rimozione delle reti non ha alcun senso. Chiedo al settore Lavori pubblici - conclude Sguera - di intervenire al più presto».

Rimozione che dovrebbe comunque arrivare a breve in concomitanza con più sostanziali interventi di riqualificazione concordati nell'ultimo briefing svoltosi la scorsa settimana negli uffici del settore tecnico: «D'intesa con il dirigente Antonio Iadicicco - anticipa l'assessore Mario Pasquariello - si è convenuto di sollecitare l'impresa affidataria a dare avvio al rifacimento o sostituzione puntuale dei marciapiedi e della sede stradale di viale degli Atlantici, via Pacevecchia e via Fratelli Rosselli. Si tratta di lavori appaltati da anni ai quali, evidentemente, non si è potuto dare attuazione fin qui per le ben note ragioni». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA