Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Profughi dall'Ucraina, a Benevento
è gara per l'accoglienza

Lunedì 14 Marzo 2022 di Giuseppe Di Martino
Profughi dall'Ucraina, a Benevento è gara per l'accoglienza

Benevento si mobilita per l'Ucraina. In città e in provincia s susseguono le iniziative all'insegna della solidarietà e dell'accoglienza. Ieri mattina al Tennis Club 2002 Benevento, dove è stato inaugurato un campo di padel, la società del presidente Marco Fusco e di cui è direttore tecnico Antonio Leone ha raccolto i fondi a sostegno della popolazione ucraina. Palloncini e slogan per ribadire forte il messaggio di condanna alla guerra nell'evento «Tennis per la pace», che è stata anche l'occasione per dare il benvenuto ai profughi ucraini, 140, scappati dalla guerra e censiti negli ultimi giorni a Benevento. Presenti il sindaco Clemente Mastella, l'assessora all'Urbanistica Molly Chiusolo, l'assessore al Demanio Attilio Cappa, l'assessore alle Politiche Sociali Carmen Coppola, l'assessore ai Lavori Pubblici Mario Pasquariello, l'assessore all'ambiente Alessandro Rosa e il presidente del Consiglio comunale Renato Parente, il presidente del Coni di Benevento Mario Collarile e una piccola rappresentanza di rifugiati appena arrivati dal fronte di guerra dell'Ucraina. «Speriamo che non si arrivi a una guerra totale dice il sindaco Mastella ora ci troviamo a dover attuare delle condizioni di economia da pre-guerra. Ho notato che si fa incetta di determinati prodotti e anche se siamo lontani dal teatro di guerra le conseguenze di quanto sta avvenendo in Ucraina si avvertono anche da noi».

Mastella, poi, si è soffermato sulla solidarietà della comunità sannita che finora ha ospitato molte donne e bambini. «Benevento - dice - sta dimostrando grande generosità verso il popolo ucraino. La nostra amministrazione, attraverso il lavoro dell'assessorato ai Servizi Sociali, è pronta a offrire assistenza a quelle famiglie della città desiderose di ospitare gli ucraini nelle proprie case. Con l'aiuto di polizia e carabinieri ci accerteremo su chi davvero vuole accogliere i profughi stando molto attenti a chi utilizza questa situazione per trarne dei benefici». Il sindaco ha ricordato anche l'impegno dell'ambasciatore Pier Francesco Zazo, con natali a Benevento, che a differenza dei colleghi di altre nazioni, è stato l'ultimo a lasciare Kiev. «Siamo orgogliosi di avere un ambasciatore che è un eroe avendo salvato venti bambini. Il Consiglio Comunale gli conferirà la cittadinanza onoraria».

Mastella ha anche anticipato che domani incontrerà tutti i dirigenti scolastici con l'obiettivo di fare studiare i bambini ucraini nelle scuole del Sannio. Una giornata, insomma, di forte vicinanza e aiuto alla comunità ucraina. Il Tennis Club ha anche consegnato ai rifugiati materiale sportivo e una somma di denaro raccolta dai giovani allievi del circolo. La macchina della solidarietà viaggia spedita anche in provincia con donazioni effettuate in diversi comuni.


Oggi, alle 17, presso la sala Cesvob del palazzo del volontariato a Viale Mellusi, si terrà l'incontro, organizzato da Auser Uselte su «Le Troiane di Euripide: una tragedia per la pace». Saranno presenti come ospiti Tetyana Shnshyyak, soprano del coro di canto beneventano Orbisophia, e Nadia Khomutova, violinista russa. Al termine dell'evento sarà fatta una donazione per la popolazione ucraina. Infine il centro studi Carmen Castiello metterà a disposizione la propria struttura per tutti i bambini provenienti dall'Ucraina. Lo scopo dell'operazione è cercare di permettere il proseguo delle attività coreutiche iniziate nel loro paese e di trascorrere e condividere con i bambini del Centro momento ricreativi. Infine da oggi la Croce Rossa ha predisposto un servizio giornaliero relativo all'effettuazione di tamponi antigenici alla popolazione. Il servizio è attivo dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 18 presso la sede del Comitato Cri di Benevento in viale Mellusi, e non necessita di alcuna prenotazione. Il costo del tampone è di 5 euro. I proventi saranno devoluti alla raccolta fondi lanciata dalla Croce Rossa Italiana per finanziare le attività a supporto della popolazione civile colpita dal conflitto e la gestione degli sfollati presenti in Ucraina e quelli che stanno cercando riparo nelle nazioni confinanti.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA