Raid notturno a Pacevecchia,
campo di rugby minato coi dischetti

polzia
di Stefania Repola

Se l’ipotesi dell’atto vandalico verrà confermata sarà un fatto gravissimo, mai accaduto prima negli ambienti rugbistici. «Il campo di rugby Pacevecchia, che rappresenta un tempio per tutti gli atleti che lo frequentano, è stato violato», commenta a caldo il presidente dell’Ivpc Rugby Benevento Rosario Palumbo, che spiega particolari dell’episodio: «Ho ritrovato all’interno del campo dei dischetti di metallo potenzialmente pericolosissimi per i nostri atleti». Gli agenti hanno effettuato ieri mattina un sopralluogo, coordinati dal commissario capo Andrea Monaco, e hanno sequestrato gli oggetti metallici. Le indagini proseguiranno e accerteranno se si è trattato, appunto, di un gesto volontario. I dischi, circa una ventina sono stati ritrovati nell’area di meta. Quasi tutti localizzati nello stesso posto. «Si tratta di oggetti potenzialmente pericolosissimi per gli atleti che avrebbero potuto ferirsi seriamente, perché si sa che il rugby è uno sport che si svolge con un frequente contatto con il terreno da gioco. Abbiamo ipotizzato che siano stati lanciati dalla tribuna perché qualcuno è stato ritrovato anche poco distante dal gabbiotto riservato alla stampa. Quando li abbiamo visti, non potevamo credere ai nostri occhi. La società è allibita. Immediatamente provvederemo a ripulire il campo con un’accurata bonifica per verificare l’eventuale presenza di altri oggetti metallici». 
Lunedì 18 Febbraio 2019, 22:33 - Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio, 06:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP