Sepe e la «Venerazione per san Pio»

sepe
di Donato Faiella

BENEVENTO - «La Madonna e San Pio vi accompagnino nelle scelte di ogni giorno». Questa la speciale benedizione che il cardinale Crescenzio Sepe ha impartito, ieri sera, al folto pubblico presente alla XVIII edizione del «Premio Padre Pio da Pietrelcina». Anche l’alto prelato napoletano è stato tra coloro che hanno ricevuto l’ambito riconoscimento nell’accogliente sala del Palavetro di Pietrelcina, vicino al convento dei frati Cappuccini. 
I RICONOSCIMENTI
Insieme al cardinale sono stati premiati: monsignor Giorgio Costantino, parroco di Maria ss del soccorso – Reggio Calabria; padre Antonio Carfì, chiesa Cannitello – Reggio Calabri; Luca Abete, giornalista - inviato di Striscia la notizia; Rosario Castellano, generale corpo d’Armata e comandante forze operative Sud; Mariafelicia Carraturo, campionessa del mondo di apnea in assetto variabile; maestro Antonio Ciccone, ritrattista; Gianfranco Coppola, giornalista Rai e presidente Ussi unione stampa sportiva italiana; Gaetano Manfredi, rettore dell’università Federico II di Napoli e presidente Crui; Massimo Milone, responsabile Rai Vaticano (intervento con gli autori del programma «Ricominciare da Padre Pio» Elisabetta Castana e Don Filippo di Giacomo); Padre Antonio Nardoianni, comunità di Boston, Ordine frati minori parrocchia di Saint Leonard of Port Maurice Parish di Boston (insieme al sacerdote presenti Antonio Nardoianni Natalina D’Amore, Anna D’Amore); Antonio Scarale, medico anestesista dell’ospedale «Casa sollievo della sofferenza di san Giovanni Rotondo». Madrina della serata l’attrice Claudia Gerini che, durante la consegna del premio (un mezzo busto in bronzo di Padre Pio) per mano dal sindaco di Pietrelcina Domenico Masone, ha detto: «Ricevere questo premio mi riempie di gioia e mi sarà di aiuto nel soccorrere il prossimo e i bisognosi».
LA MANIFESTAZIONE
La manifestazione, svoltasi ieri nel paese natale del santo stigmatizzato, si è aperta con un momento di riflessione e preghiera, nella chiesa della Sacra Famiglia, a cui hanno preso parte il cardinale Sepe e molti dei premiati. A margine dell’evento il cardinale ha spiegato che la sua presenza a Pietrelcina era un «atto di venerazione nei confronti del santo a 100 anni da quando ha ricevuto le stimmate e a 50 dalla sua morte terrena». Inoltre ha confidato di avere una immagine di Padre Pio accanto al suo letto. «Immagine che sarà sostituita – ha aggiunto – dalla scultura in bronzo che mi sarà donata questa sera».
LA VISITA
Infine ha confessato che «era un dovere morale venire qui perché voglio troppo bene al santo e prometto di tornare al più presto per poter visitare nuovamente la terra dove lui è nato e il museo». Tra le varie motivazioni che hanno contraddistinto l’assegnazione dei riconoscimenti, ricordiamo quella che riguardano il giornalista Massimo Milone, responsabile di Rai Vaticano: «Per la professionalità e la competenza svolte a favore della Chiesa, segnando anche una grande pagina di servizio pubblico radiotelevisivo e in particolare per aver fatto rivivere i luoghi del grande Santo e la storia tormentata dell’umile frate con l’inchiesta Ricomincare da Padre Pio». L’evento è stato presentato da Simona Rolandi, giornalista e conduttrice televisiva Rai e dall’attore e presentatore Gabriele Blair. L’iniziativa è stata organizzata come sempre dall’Associazione «Amici di Padre Pio».
Domenica 11 Novembre 2018, 18:10 - Ultimo aggiornamento: 11-11-2018 18:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP