Spaccio di droga nel Beneventano:
eseguite 10 misure cautelari

Lunedì 28 Marzo 2022
Spaccio di droga nel Beneventano: eseguite 10 misure cautelari

Spaccio nel centro storico di Montesarchio nel Beneventano, 10 misure cautelari. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Montesarchio, con l'ausilio di unità del nucleo carabinieri cinofili di Sarno e di un velivolo del 7° nucleo elicotteri di Pontecagnano, hanno eseguito un'ordinanza che dispone la custodia cautelare in carcere per 7 persone e gli arresti domiciliari per altre 3, tutte gravemente indiziate, a vario titolo, di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti in concorso.

Due degli indagati sono al momento irreperibili. L'indagine, avviata nel novembre del 2020 a seguito di un considerevole aumento dei sequestri di stupefacente, ha consentito di far luce su una fiorente attività di cessione di droga, svolta in particolare nel centro storico di Montesarchio, da parte di due distinti gruppi di indagati con altri soggetti aventi la funzione di svolgere un ruolo di intermediari.

Video

Secondo quanto ricostruito, ciascun gruppo aveva stabili e permanenti luoghi di smercio della droga e propri intermediari con il compito di accompagnare la folta schiera degli acquirenti ai luoghi d'acquisto, in cambio di denaro o di parte dello stupefacente acquistato. I presunti autori, tutti di età compresa tra i 21 e i 56 anni, detenevano e cedevano sostanze stupefacenti, prevalentemente crack, marijuana e hashish, a giovani assuntori, alcuni dei quali anche minorenni, provenienti prevalentemente dall'hinterland della valle Caudina.

Nel corso delle indagini sono state arrestate in flagranza di reato 4 persone, 3 denunciate in stato di libertà, 24 sono stati i segnalati in qualità di assuntori e sono stati sequestrati 20 grammi di cocaina pura, 500 grammi di marijuana e 100 grammi di crack. Sono oltre 150 gli episodi contestati. Nel corso dell'esecuzione dell'ordinanza, nell'abitazione di uno degli indagati sono stati trovati 200 grammi di cocaina e due pistole, una con matricola abrasa e una modificata, oltre a munizioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA