Benevento, spaccio di droga nell'atrio
di Regione e Provincia: 9 arresti

Giovedì 9 Gennaio 2020
I Carabinieri della compagnia di Benevento, supportati da unità cinofile, stanno eseguendo 9 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip all'esito di un'indagine coordinata dalla Procura di Benevento e denominata «Mercato rionale». I 9 destinatari dell'ordinanza sono accusati di illecita detenzione e spaccio continuato di stupefacenti.

Queste le persone coinvolte: Antonio Barone, 43 anni, Alfredo Mucci, 42 anni, Antonio Parrella, 44 anni,Giuseppe Tassella, 35 anni, Gabriele De Luca, 30 anni, Vincenzo Mari, 44 anni, Umberto Varricchio, 33 anni, Alberto Anzovino, 22 anni, di Benevento, e Luciano Ricci, 32 anni, di Ceppaloni.

Uno dei gruppi che vendevano droga era solito svolgere la propria attività «presso l'atrio degli uffici della Regione e della Provincia, in via Santa Colomba del rione Libertà a Benevento». Così la Procura di Benevento che ha coordinato l'operazione. «A Benevento - dice il procuratore Aldo Policastro - constatiamo un numero elevato di arresti per questo tipo di reato perché la domanda è alta e l'offerta, di conseguenza, è elevata». Nell'ambito dell'operazione antidroga, denominata «Mercato Rionale», sono stati impegnati 70 militari, supportati da unità cinofile. Tutte le persone arrestate sono di Benevento, fatta eccezione per un giovane di Ceppaloni. Indagata una donna per riciclaggio. Gli arrestati - secondo la Procura - erano organizzati in due gruppi, ognuno dei quali facente capo ad alcune figure di riferimento, e agivano singolarmente nella consapevolezza di poter contare sul supporto degli altri indagati in caso di temporanea indisponibilità di «merce» da vendere.
Ultimo aggiornamento: 14:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA