Stalking alla sua ex e tentata estorsione:
scattano due arresti a Cusano Mutri

Giovedì 2 Dicembre 2021 di Gianluca Brignola
Stalking alla sua ex e tentata estorsione: scattano due arresti a Cusano Mutri

È di due arresti il bilancio dell'operazione compiuta nella giornata di ieri dai carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Cerreto Sannita, guidati dal capitano Francesco Altieri, in esecuzione dell'ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere emessa dal gip del tribunale di Benevento, su richiesta della Procura, nei confronti di un 49enne e un 35enne, D.C.D.B. e G.O., imprenditori, residenti entrambi a Cusano Mutri, accusati dei reati di stalking e tentata estorsione in concorso.

L'attività di investigazione ha avuto inizio lo scorso 11 ottobre, a seguito della presentazione al nucleo operativo dell'Arma di Cerreto, per l'appunto, di una denuncia, per atti persecutori e tentata estorsione, da parte di una 25enne della provincia di Benevento.

In quella circostanza, la persona offesa, ex-fidanzata di uno degli indagati, ha consegnato alla polizia giudiziaria una pen-drive contenente le registrazioni di due telefonate con minacce e contestuale richiesta estorsiva ai danni della stessa. «Nelle telefonate - così come si legge in una nota firmata dal procuratore Aldo Policastro - l'interlocutore, minacciando lei e i suoi familiari, asseriva di essere in possesso di foto e video della donna in atteggiamenti intimi, chiedendo una cospicua somma in danaro per non mettere in rete il materiale compromettente».

Uno stato dell'arte che sarebbe poi proseguito attraverso una prima richiesta di 20mila euro, collocata temporalmente allo scorso mese di giugno e, poi, per i successivi importi di 107 e 130mila euro, qualche settimana fa, ad ottobre. Il tutto per culminare, successivamente, nella serata dell'8 novembre, nell'incendio doloso a San Lorenzello di una Fiat Panda, gravemente danneggiata dalle fiamme, di proprietà della madre della ragazza. A fronte dell'attività tecnica già in corso in quel periodo, si è avuta la possibilità di acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti dei due indagati sia in ordine all'incendio doloso della vettura, quale atto ritorsivo per la mancata accettazione della richiesta estorsiva e un'ulteriore azione minacciosa per convincere la vittima a pagare.

Video

Una notizia che ha riacceso il tema della violenza di genere in questa piccola parte di entroterra campano in uno scenario che di recente e specie nelle ultime ore, ha promosso e promuoverà numerose iniziative, su tutto il territorio provinciale. Momenti di confronto e di riflessione dedicati alla tematica, partendo dalla solidarietà tra le donne, offrendo a chi è in difficoltà un luogo sicuro e accogliente dover poter chiedere ascolto e aiuto. Due sportelli attivi a Cerreto Sannita e Sant'Agata de' Goti, sotto l'egida della Diocesi, guidata dal vescovo Don Giuseppe Mazzafaro, con l'obiettivo di offrire servizi alla comunità, dalla consulenza psicologica a quella legale, dal sostegno alla genitorialità all'orientamento al lavoro, e ancora consulenze ginecologiche e ostetriche. «Percorsi fatti da donne per le donne» dove poter incontrare gli altri e trovare rifugio, per creare una coscienza condivisa che aiuti le vittime di abusi a denunciare e affrontare le difficoltà. Azioni e prospettive per un fenomeno che lo scorso anno ha fatto registrare, nel Sannio, almeno 140 casi presso i centri antiviolenza e che, nei promessi mesi, potrebbe vedere sorgere a Telese Terme una casa rifugio.

Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 20:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA