Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Terremoto a Benevento, nuova scossa:
lunedì di paura da Napoli a Salerno

Lunedì 16 Dicembre 2019 di Francesco G. Esposito
sismografo

Due scosse nel giro di pochi minuti nel Sannio con epicentro nella zona di Ceppaloni alle 9.06 con magnitudo di 3.4, e subito dopo di 3.2 alle 9.08, secondo quanto segnala l'Ingv. Scosse avvertite distintamente anche a Benevento, Apollosa, Montesarchio, Sant'Agata de' Goti e ai piani alti di alcune zone del Casertano.

LEGGI ANCHE Torna l'incubo bradisismo: 768 scosse nel 2019 

Il sindaco Clemente Mastella, d’intesa con il prefetto Cappetta e con la Protezione civile, ha disposto l’immediata chiusura delle scuole e degli edifici pubblici a eccezione dei servizi e delle strutture emergenziali necessarie per la gestione degli interventi. «Invitiamo tutti alla calma e alla serenità e invitiamo i dirigenti scolastici di rivedere i piani di uscita di sicurezza dalle scuole, così anche gli uffici pubblici. L'indicazione che diamo ora è che ognuno faccia verifiche puntuali negli edifici di propria competenza», ha dichiarato Mastella a margine della riunione del Centro operativo comunale convocata in via d'urgenza dopo la riattivazione dello sciame sismico che sta interessando il Sannio.

Scuole chiuse anche in altri comuni della provincia di Benevento, con i sindaci dei centri della Valle Caudina e della Valle Telesina che hanno disposto la chiusura dopo aver fatto evacuare gli studenti dalle aule degli istituti. 

LEGGI ANCHE L'Africa spinge l'Adriatico e il Mediterraneo «balla»

In una mattinata convulsa, sono otto le repliche registrate prima di mezzogiorno, sempre con epicentro localizzato tra San Leucio del Sannio e Ceppaloni. La più forte alle 11.36 con magnitudo 3.8 a una profondità di 5 km, avvertita chiaramente anche a decine di chilometri di distanza, nelle province di AvellinoNapoli e Salerno.

In Irpinia, in particolare, sono state evacuate per precauzione le scuole di ogni ordine e grado nelle zone che confinano col versante sannita. Il coach della Scandone Basket, De Gennaro, si è visto costretto ad annullare la seduta di allenamento della squadra vista l'impossibilità di utilizzare il palazzetto dello sport chiuso per motivi di sicurezza al pari di tutte le altre strutture sportive pubbliche. 

Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre, 00:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA