Travolto dal terreno nel cunicolo,
così è morto l'operaio Vincenzo

di Enrico Marra

0
  • 516
Era da circa un'ora al lavoro in un cunicolo per collocare le tubature destinate a collegare una nuova palestra alla rete fognaria quando una massa di terra lo ha travolto e sepolto. Così ieri mattina è deceduto Vincenzo Iannella, 57 anni, operaio di Paupisi, coniugato con due figli. Il dramma in via Filippo Tedeschi, a Torrecuso. Qui da un paio di giorni erano ripresi i lavori eseguiti dalla ditta «Oro». L'impresa in passato aveva avuto dal Comune l'appalto per realizzare una palestra al servizio di un edificio scolastico di via Tedeschi che ospita gli alunni della materna, delle elementari e della media. Un appalto finanziato con i fondi del decreto della «Buona scuola» dalla precedente amministrazione comunale. La palestra era stata realizzata e completata nel mese di maggio e aveva sostituito quella precedente, un vecchio prefabbricato, che ormai era degradata. Ai lavori della palestra bisognava aggiungere, per renderla agibile, il collegamento con la rete fognante e così ieri mattina gli operai della ditta stavano appunto procedendo a questo titpo di intervento. Intervento che stavano eseguendo nonostante la giornata di sabato, spesso non lavorativa, perché c'era una certa urgenza nell'eseguire i lavori tenuto conto dell'imminente ripresa dell'attività scolastica. Gli operai avevano già scavato un cunicolo per una quindicina di metri, profondo oltre tre e largo circa un metro. Al lavoro vi erano oltre a Iannella, che era nel cunicolo, altri tre operai.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 8 Settembre 2019, 12:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP