Compra un box ma è una truffa
«smascherate» madre e figlia

Martedì 28 Settembre 2021 di Marco Borrillo
carabinieri

BENEVENTO - Con un falso annuncio di vendita sui social erano riuscite ad attirare nella trappola un cittadino baselicese e a intascare i soldi prima di sparire nel nulla. Ma lo stratagemma non è riuscito a ingannare i carabinieri di Baselice, coordinati dalla compagnia di San Bartolomeo in Galdo, guidata dal capitano Gaetano Ragano, che hanno denunciato due donne del napoletano, una 22enne e sua madre 55enne, tra l’altro vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, rispettivamente per truffa e favoreggiamento personale.
Le indagini, avviate nel marzo scorso in seguito alla denuncia del cittadino del posto, hanno consentito ai militari di accertare che la giovane, con la complicità della madre, aveva pubblicato un falso annuncio di vendita di un box in alluminio su un noto social network, inducendo, nel corso di diversi contatti, l’acquirente a versare oltre mille euro su una carta di credito risultata intestata alla 22enne la quale, dopo aver ricevuto il denaro, si era resa irreperibile senza mai spedire la merce ordinata e pagata.
Il comando provinciale carabinieri, intanto, continua a raccomandare la massima prudenza nell’effettuare acquisti in rete e di segnalare tempestivamente ogni caso sospetto al «112» o alle stazioni presenti sul territorio. La lotta alle truffe resta anche una delle attività prioritarie messe in campo dalla compagnia carabinieri di San Bartolomeo in Galdo, oltre al contrasto ai reati predatori e allo spaccio di droghe.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA