«Studiano un colpo», albanesi
sorpresi dopo sos dei cittadini

Lunedì 14 Ottobre 2019 di Vincenzo De Rosa
Prosegue l'impegno della compagnia dei carabinieri di Montesarchio per portare avanti, su tutto il territorio di competenza, l'attività di prevenzione e repressione condotta dai militari finalizzata principalmente al contrasto dei reati di tipo predatorio e al controllo della circolazione stradale.
Servizio che nelle giornate di venerdì e sabato ha interessato sia le aree urbane che le zone periferiche dei centri delle Valli Caudina e Telesina. In azione otto equipaggi e sedici militari della compagnia. Il bilancio parla di 57 veicoli e 98 persone controllati e nove perquisizioni.

 

Cinque, in particolare, le persone fermate nel corso dei controlli per la prevenzione dei reati predatori e per le quali sono stati disposti altrettanti fogli di via. In tre, tutti di nazionalità albanese e rispettivamente di 50, 32 e 29 anni, sono stati intercettati dai militari della stazione di Dugenta dopo che alcuni cittadini di Limatola ne avevano segnalato la presenza. Individuati a bordo di una vettura e risultati tutti con a carico svariati precedenti penali per reati contro il patrimonio, non avendo saputo dare giustificazioni credibili per la loro presenza in zona, sono stati proposti per l'emissione del foglio di via obbligatorio. Gli stessi militari hanno fermato anche due persone che si aggiravano in sella a uno scooter, con fare sospetto, nel centro telesino. I due, un 39enne e un 29enne, entrambi della provincia di Napoli e con svariati precedenti, sono stati allontanati, anche in questo caso, con proposta del foglio di via. Ad Airola, invece, i militari della locale stazione hanno denunciato un 42enne per i reati di lesioni personali e detenzione abusiva di armi dopo che l'uomo, munito di una pistola a gas, aveva provocato lievi lesioni a un'altra persona. Sempre nel centro caudino, un cittadino di nazionalità ucraina è stato denunciato dopo un controllo in quanto su richiesta dei militari dell'Arma rifiutava di esibire i propri documenti.
Denunciati anche un 52enne della provincia di Avellino, fermato nel territorio di Bonea, per violazione degli obblighi della sorveglianza speciale e un 51enne di Montesarchio, trovato in possesso di sei dosi di hashish per un peso complessivo di sette grammi. Segnalate, poi, come assuntori di droga sette persone, di età compresa tra i 19 ed i 29 anni, fermati nel corso dei controlli nei territori di Montesarchio, Sant'Agata de' Goti, Bonea e Bucciano. A Montesarchio è stato sottoposto a sequestro amministrativo un ciclomotore privo di copertura amministrativa. Sequestrati anche altri due veicoli, mentre si sono registrate undici contravvenzioni al codice della strada elevate e tre patenti ritirate.
A Limatola, infine, un cittadino di nazionalità nigeriana è stato multato perché sorpreso a svolgere l'attività di parcheggiatore abusivo all'interno della proprietà di un'attività commerciale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA