Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Violenze dal compagno,
scappa e torna nel Sannio

Giovedì 4 Agosto 2022
Violenze dal compagno, scappa e torna nel Sannio

Una beneventana di 29 anni ha lasciato Milano in modo traumatico, per sottrarsi a una serie di violenze a cui negli ultimi mesi la sottoponeva il suo compagno di 41 anni. La donna in treno ha fatto ritorno a Benevento dove vivono i suoi familiari e, una volta in città, si è recata in questura alla Squadra mobile dove, assistita dal suo legale Antonio Leone, ha raccontato ciò che le era accaduto.

La donna ha ricostruito quel rapporto iniziato nell'autunno del 2021 con un uomo più grande di lei, anche lui della Campania e che era a Milano, dove lavora in un'azienda di abbigliamento. I due avevano deciso di vivere insieme e tutto è andato per il meglio nei primi mesi. Poi, dallo scorso gennaio, il rapporto, stando alla denuncia, è andato in crisi. La giovane donna veniva malmenata e colpita anche con oggetti. Inoltre, non poteva allontanarsi dalla sua abitazione perché l'uomo non voleva e anche i suoi spostamenti erano occasione di litigi. Pertanto, la 29enne ha iniziato a ipotizzare i possibili stratagemmi per sottrarsi all'uomo e far ritorno a Benevento. Non è stato facile fino al momento in cui ha deciso di lanciare in strada dalla finestra un telefonino. Per recuperalo, è uscita da casa e ha chiesto aiuto a una famiglia. Pochi minuti e ha preso la valigia e si è recata alla stazione ferroviaria di Milano, prima che l'uomo si accorgesse della sua fuga. Ha preso un treno e, dopo alcune ore, è giunta alla stazione di Benevento. Raccolta la denuncia, gli agenti della Mobile hanno relazionato alla Procura dove il sostituto procuratore, Assunta Tillo, ha avviato gli accertamenti, d'intesa con la Procura di Milano che è competente per territorio. 

Ultimo aggiornamento: 12:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA