Camper e polizia in piazza per dire «basta alla violenza sulle donne»

camper
BENEVENTO - In occasione della giornata internazionale per la violenza contro le donne, anche la questura di Benevento, guidata da Giuseppe Bellassai scende di nuovo in campo per sensibilizzare i cittadini sulla necessità di prevenire e contrastare questo fenomeno. Manifestazioni, sit-in ed eventi in tutta Italia si concentreranno nel weekend fino a domani, riconosciuta dall’Assemblea delle Nazioni Unite «giornata contro la violenza sulle donne», in memoria dell’uccisione delle sorelle Mirabal, uccise a santo Domingo nel 1960 per essersi opposte alla dittatura del regime di Trujillo. In loro memoria, il 25 novembre del 1981 ci fu il primo Incontro Internazionale Femminista delle donne latinoamericane e caraibiche. Da quel momento in poi, il 25 novembre è stato riconosciuto in larga parte del mondo come data per ricordare e denunciare il maltrattamento fisico e psicologico su donne e bambine. A tal proposito, oggi e domani, la polizia sarà presente con un punto informativo e con una serie di iniziative che coinvolgeranno altre realtà impegnate nel sociale per ribadire  il comune impegno nella quotidiana battaglia contro la violenza di genere. Doppio appuntamento, alle 12 e alle 18, in piazza Sofia, per la campagna di prevenzione «Questo non è amore», che la polizia, anche attraverso il camper anti-violenza, ha promosso in tutto il Sannio incontrando scuole, istituzioni e cittadini. L’ultimo appuntamento è per domani alle 12 a Palazzo Paolo V in corso Garibaldi.
Sabato 24 Novembre 2018, 08:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP