Marco Ciriello

Dal Mali alla Sicilia

di Marco Ciriello
Oltre tutti i possibili De Amicis (Edmondo, autore del libro “Cuore”) è la storia di un ragazzino del Mali che aveva cucito la propria pagella all’interno del suo piumino, e la racconta in «Naufraghi senza volto» (Cortina Editore) Cristina Cattaneo, medico legale del laboratorio Labanof. Non è riuscito a mostrarla a nessuna autorità italiana né europea. Era un documento che voleva attestare una intenzione di merito, una patente d’impegno, da spendere se fosse approdato nel nostro paese. Invece è annegato. La sua immaginazione era più grande del Mediterraneo e dell’ovvio dei tiggì, e la sua cura è andata oltre la morte e i signori osti dell’adesso si chiude. Aveva probabilmente meno di 14 anni, come il Marco che va “Dagli Appennini alle Ande”, andava dal Mali alla Sicilia: un viaggio più breve ma meno sicuro. Il Marco del Mali forse cercava sua madre o forse l’aveva con sé, di sicuro cercava di rassicurare chi lo avrebbe accolto dall’altra parte, dicendo voglio continuare a studiare, vi sarò utile: aveva già compreso l’ottica del capitale, un pragmatismo da adulto.
Venerdì 18 Gennaio 2019, 13:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti


QUICKMAP