Maria Pirro
PRONTOSOCCORSO di
Maria Pirro

Campania, la ripartenza ai tempi del coronavirus: coppie in moto e sport, cosa si può fare nel weekend

Sabato 16 Maggio 2020
Ai tempi del coronavirus, la situazione non è eccellente. Ma grande resta la confusione sotto il cielo: innanzitutto, non è chiaro a tutti su cosa si può fare e cosa no. Dove si può andare, con chi, quando e con quali limitazioni. Ecco una breve guida in Campania, realizzata con le indicazioni della Regione e valida per il week-end del 16 e del 17 maggio, prima di un atteso, ulteriore allentamento delle precauzioni annunciato dal governo (a partire da lunedì).

A piedi
Si può fare attività motoria, e quindi anche passeggiare in tutta la regione Campania. Senza dover presentare l'autocertificazione. Non ci sono più limitazioni orarie. Per raggiungere parchi o altri spazi, è consentito usare il bus, l'auto e gli altri mezzi di trasporto. Ovviamente, se ci assembramenti i sindaci dei Comuni sono chiamati a intervenire e possono chiudere le aree verdi e adottare altri divieti.

In bicicletta o sui pattini
E' considerata un mezzo di trasporto, è quindi possibile utilizzarla a qualsiasi ora del giorno e della notte. Occorre, però, portare l mascherina (escluso per la fascia oraria 6-8,30). Via libera anche a pattini e monopattini.

In canoa, ma anche a cavallo
Sì a tutti gli sport individuali, anche acquatici: come per la corsa, senza più limitazioni per fasce orarie. Ammessa la canoa doppia, perché consente di mantenere il distanziamento tra persone. Si può già giocare a golf, fare windsurf ed equitazione, da lunedì anche tennis, con prescrizioni (no allo spogliatoio comune). 

A bordo dei mezzi pubblici
Spostamenti consentiti  a qualsiasi ora, utilizzando i dispositivi di protezione individuali e rispettando le distanze sociali. Non occorre precisare il motivo del viaggio.

In moto
Si può andare in due solo se congiunti: ovvero, se si è parenti fino al sesto grado, marito e moglie, figli o fidanzati anche non conviventi, senza la stessa residenza. Ovviamente, oltre alla mascherina, il casco resta obbligatorio (e salvavita).

In auto
Disco verde in tutta la Regione senza autocertificazione o meta. Spostamenti possibili, ma il passeggero deve essere un congiunto e sedere sul sediolino posteriore. Non c'è una limitazione sul numero di persone a bordo per gli "affetti stabili".  Per gli altri, resta il "blocco": la multa è dietro l'angolo. Ultimo aggiornamento: 01:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA