Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€
Daniela De Crescenzo
VEDINAPOLI di
Daniela De Crescenzo

Palazzo dello Spagnolo: il set ideale di tanti film

Domenica 23 Aprile 2017
Foto di Sergio Siano

 
 
Totò, ma non solo. Chi si trova alla Sanità per godere di una delle tante iniziative che fervono in ricordo del Principe della Risata, può approfittare anche per lanciare lo sguardo anche sul Palazzo dello Spagnolo, uno dei più belli di Napoli, perfetto esempio di architettura barocca, che si incontra al numero 18 di via Vergini . Riconoscerlo è semplice: è stato la scena do molti film.

Il fabbricato fu detto «dello Spagnolo» quando alla famiglia che o fece costruire, quella dei Moscati, andata in fallimento, subentro Tommaso Atienza detto appunto lo Spagnolo. Era stato costruito nel 1738 su ordine del marchese Nicola Moscati da Ferdinando Sanfelice (anche se il nome non figura negli atti dell’epoca) che realizzò anche il vicino Palazzo Sanfelice per la propria famiglia. La caratteristica dell’edificio sono le ampie scale frontali all’ingresso riccamente decorate e dette ad “ali di falco.

La suggestione del posto lo ha reso la scena ideale di diverse pellicole, ultima  in ordine di tempo i Bastardi di Pizzofalcone:  alcune delle scene della terza puntata sono state girate proprio sule famosissime scale.
Ma negli anni precedenti la stessa location era stata set di moltissimi film: Il Giudizio universale (De Sica, 1961), Piedone lo Sbirro (Steno 1973), La Pelle (Cavani 1981), Mi manda Picone (Loy 1983), Passione (Turtrurro 2010).  Ultimo aggiornamento: 11:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA