Daniela De Crescenzo
VEDINAPOLI di
Daniela De Crescenzo

VediNapoli: slowfood a Forcella. Domani i piatti della tradizione

Lunedì 3 Agosto 2020
Si riparte da Forcella, un quartiere che vuole rinascere: dopo mesi in cui è sembrato inutile parlare di turismo, a Napoli tornano a fervere le iniziative.
"Buono pulito giusto" è lo slogan adottato dai i fondatori della Comunità Slowfood Forcella che domani  (4 agosto) presenteranno nei propri locali le prime pietanze della tradizione. 
Sono cinque i locali che domani a pranzo e a cena presenteranno un piatto speciale, frutto della collaborazione tra i ristoratori di Forcella, Legambiente Parco Letterario Vesuvio, e  Circoli Slow Food Napoli e Vesuvio: 

“1947 Pizza fritta”, via Pietro Colletta 29/31 

“Antica Osteria Pisano”, piazzetta Crocelle ai Mannesi 1

Ristorante Pizzeria “Il Miracolo”, via Vicaria Vecchia, 33/34

Trattoria Pizzeria Pub “Spuzzuliamm”, via Pietro Colletta 45/57

Gelateria “Al Polo Nord 1931”, via Pietro Colletta 41/43.

I titolari dei locali sono Vincenzo Durante, Gennaro Pisano, Gennaro Alvigi, Gianluca Leanza ed Antonio Raio, che  insieme a rappresentanti dell’Associazione Durante, Legambiente e Slow food hanno fondato la prima Comunità Slow Food della città di Napoli, pronta  a far gustare alcuni piatti tipici di cui saranno illustrate anche storia e caratteristiche. 
“Non è l’unico primato cittadino che può vantare Forcella – spiega  il presidente dell’Associazione Annalisa Durante Giuseppe Perna - Qui è nato, infatti, il Primo Patto Locale per la Lettura della città (readingforcella.it) e qui nasce la prima Comunità Slow Food cittadina, segno dell’effervescenza culturale e della voglia di riscatto che mostra da anni questo quartiere”.
“Dalla Comunità Slow Food Forcella nascerà certamente un’ulteriore spinta ad uno sviluppo sostenibile, sano e duraturo per l’intera area", sostiene Paola Silvi della famiglia di Legambiente




  Ultimo aggiornamento: 13:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA