Bergamini, ecco la super-perizia: «Fu soffocato da più persone con una sciarpa»

Giovedì 16 Novembre 2017
Bergamini, la super-perizia: "Fu soffocato da più persone con una sciarpa". Il post della sorella su Fb

Denis Bergamini, il calciatore trovato senza vita nel 1989, sarebbe morto soffocato, forse utilizzando una sciarpa di lana, e per mano di più persone. È questo, secondo i quotidiani locali, ciò che emergerebbe dalle analisi prodotte in base alla nuova perizia eseguita dai consulenti del gip del Tribunale di Castrovillari sulla salma del giocatore del Cosenza.

A dare la notizia del deposito della perizia è stata la sorella di Bergamini, Donata con un post su Facebook in cui la donna sostiene anche che il fratello «è morto soffocato senza se e senza ma. Lo sapevo già - prosegue - attraverso i miei consulenti. Finalmente si riconosce la verità».
 

La salma del calciatore del Cosenza Calcio, morto a Roseto Capo Spulico e il cui decesso venne attribuito a un suicidio, è stata riesumata lo scorso luglio dopo la riapertura dell'inchiesta da parte del Procuratore di Castrovillari Eugenio Facciolla. Attualmente sono formalmente indagati l'ex fidanzata di Bergamini, Isabella Internò, e Raffaele Pisano, l'autista del camion che lo investì sulla statale ionica 106. 

Ultimo aggiornamento: 14:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA