Calabria, al via l'operazione Adorno:
carabinieri contro il bracconaggio

Sabato 7 Maggio 2022
Calabria, al via l'operazione Adorno: carabinieri contro il bracconaggio

Continua il contrasto al bracconaggio in provincia di Reggio Calabria. Anche quest'anno, infatti, i carabinieri hanno predisposto la campagna di controlli e repressione del fenomeno: l'«Operazione Adorno», nelle aree più sensibili della provincia di Reggio Calabria e di Messina.

L'operazione prende il nome dal termine con cui in provincia di Reggio Calabria è indicato il falco pecchiaiolo, un rapace migratore che periodicamente attraversa lo Stretto di Messina e che, assieme a innumerevoli altre specie protette, viene abbattuto dai bracconieri in entrambe le sponde dello Stretto. Il servizio antibracconaggio approntato dall'Arma prevede un contingente di oltre 50 militari provenienti anche da altre Regioni, in azione anche in abiti civili e distribuiti in tutti i settori ritenuti a rischio. Modalità, queste, che già da alcuni anni, secondo i carabinieri Forestale del Gruppo di Reggio Calabria, hanno dimostrato una notevole efficacia nella repressione del fenomeno. L'attività sarà svolta con l'impiego di una Unità cinofila e con il supporto dei droni. Nello stesso periodo, oltre al contingente calabrese che opera nel territorio della provincia di Reggio Calabria, sarà presente un contingente sul versante siciliano dello Stretto.

 

Ultimo aggiornamento: 11:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA