Crotone, riconosce il suo torturatore
nel campo di accoglienza e lo fa arrestare

Martedì 11 Febbraio 2020
Crotone, riconosce il suo torturatore nel campo di accoglienza e lo fa arrestare

In Calabria un cittadino della Somalia ha riconosciuto il suo torturatore libico nel campo di accoglienza di Sant’Anna, a Isola Capo Rizzuto, in provincia di Crotone, e lo ha fatto arrestare. Secondo quanto riportato da CrotoneNews, un cittadino somalo arrivato con la nave Ocean Viking a Taranto e portato poi a Crotone si è ritrovato davanti Alhasaeri Wael Ghali Maosud, l’uomo che in Libia lo aveva torturato in un campo di profughi.

LEGGI ANCHE --> Migranti, il tribunale di Palermo dissequestra la nave Mare Jonio

Immediatamente il somalo si è rivolto alle forze dell'ordine, che hanno svolto delle indagini e nella notte scorsa hanno arresato il cittadino libico di 37 anni. A lui sono contestati i reati di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e concorso in tortura con altre persone. All’inizio Alhasaeri Wael Ghali Maosud ha negato, poi ha offerto soldi al ragazzo somalo e lo ha minacciato. Infine, l'arresto.
 

Ultimo aggiornamento: 12:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA