Focolai in Calabria, 5 comuni interessati
per un matrimonio e una festa di 18 anni

Domenica 8 Agosto 2021
Covid, un matrimonio e un diciottesimo scatenano focolai in Calbria

Nuovi focolai Covid in Calabria a seguito della celebrazione di un matrimonio e il festeggiamento di un diciottesimo nella regione. Sono 25 le persone poste in quarantena dopo i festeggiamenti della scorsa settimana e cinque i comuni interressati al contagio. 

Allarme nelle zone del contagio 

Allarme Covid a Vena Superiore, frazione del comune di Vibo Valentia. A veicolare il virus pare sino stati una festa per un 18esimo compleanno e un matrimonio, svoltosi la scorsa settimana nell'entroterra lametino. Il bilancio, al momento, è di almeno 29 casi positivi accertati. Sono 17, quindi, i contagi a Vena Superiore e 12 nella vicina Vena di Ionadi. Anche se, a seguito delle due cerimonie sopra citate, anche in alcune aziende della zona si sono verificati casi di positività.

 

 

 

 

Gallipoli, si allarga il focolaio, altri positivi al ritorno dalle vacanze: «Siamo tutti vaccinati»

 

Nel centro alle porte del capoluogo di provincia, ammontano a 25 complessivamente le ordinanze di quarantena emesse dal primo cittadino. Nove persone, tuttavia, hanno nuovamente ottenuto libertà di movimento dopo che l'esito dello screening è stato negativo. Il contagio si allarga anche a Nicotera e Limbadi. Nel primo caso, come detto, i positivi ammontano a 18, compresi il sindaco Giuseppe Marasco, un assessore e un dipendente comunale, mentre diversi contagiati fanno parte del coro parrocchiale della frazione Comerconi. A Limbadi, infine, i positivi sono 8, con il sindaco Pantaleone Mercuri che invita «a non fare allarmismi». 

 

Covid: altri tre casi nel focolaio di Cittaducale. Appello alla responsabilità di molti sindaci ai giovani

Ultimo aggiornamento: 15:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA