CORONAVIRUS

Cotticelli, anche la sua vice lo sgrida: «Comu te l’aggia a dì, la prossima volta studia»

Domenica 8 Novembre 2020
Calabria, Cotticelli anche la sua vice lo sgrida: «Comu te l’aggia a dì, la prossima volta studia»

Schietta e diretta. La vice di Saverio Cotticelli, Maria Crocco, nella ormai famosa intervista che ha messo in moto il licenziamento del commissario per la sanità calabrese si è resa protagonista, suo malgrado di un fuori onda che è già diventato un tormentone. 

La Calabria rimane zona rossa

Non c'è infatti solo la frase di Cotticelli condita da copioso sudore sulla fronte: «Il piano Covid, avrei dovuto farlo io, già a giugno scorso?». C'è anche un altro momento imbarazzante: quello in cui l'ormai ex commissario non è neppure in grado di comunicare il dato sul numero dei posti letto in terapia intensiva in Calabria.

E a questo punto pure Maria Crocco si indigna : «La prossima volta studia, presentati preparato, comu te l’aggia a dì». 

 

 

Ma chi è Maria? Maria Crocco non è la segretaria di Cotticelli come sta erroneamente circolando in rete, bensì la sua vice: il subcommissario per la sanità in Calabria. La sua nomina è stata deliberata in un consiglio dei ministri di metà luglio dello scorso anno (c'era ancora la ministra Giulia Grillo). 

«Le mascherine non servono a un ca...». Bufera su Zuccatelli, neo commissario per la sanità calabrese. Poi rettifica: «Sono fondamentali»

 

Ultimo aggiornamento: 13:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA