Migranti, Lucano rischia il processo:
la Procura di Locri ribadisce accuse

di Valentina Errante

Rischia il processo Mimmo Lucano, il sindaco di Riace finito ai domiciliari lo scorso ottobre con l'ipotesi di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e poi esiliato dal comune che amministrava. Per di lui e altre 30 persone, tutte coinvolte nell'inchiesta sulla macchina dell'accoglienza che aveva fatto del paesino della locride un modello mondiale di integrazione, la procura di Locri ha chiuso le indagini, ribadendo anche le accuse bocciate dal giudice per le indagini preliminari: un'associazione a delinquere finalizzata alla distrazione dei fondi destinati all'accoglienza, di cui Lucano sarebbe stata la mente. Adesso gli indagati avranno venti giorni di tempo per presentare memorie difensive o chiedere di essere interrogati, ma difficilmente l'impianto dell'accusa sarà modificato.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 24 Dicembre 2018, 09:00 - Ultimo aggiornamento: 24-12-2018 13:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-01-05 18:44:45
Rischia il processo? Se i media non ci hanno raccontato barzellette dovrebbe stare dentro da un pezzo.
2018-12-25 14:21:18
In un paese civile dove la giustizia non 'e dettata dalla sinistra, mafia e banchieri speculatori tipo soros. Questo sarebbe in galera e nonin giro a far sparire le prove..

QUICKMAP