Si costituisce Antonio Carà:
cognato del boss di Zungri

I carabinieri probabilmente stavano per arrestarlo, lui si sentiva ormai braccato e senza speranza. Sarebbe questo il motivo per cui si è costituito, presso il comando stazione carabinieri di Filandari, Antonio Carà, 26 anni, cognato di Giuseppe Accorniti detto “Peppone”, presunto capobastone della 'ndrngheta di Zungri.

Dal 28 di ottobre del 2018, Carà, si era reso irreperibile, facendo perdere le proprie tracce, subito dopo l’emissione del provvedimento di cattura per espiazione della pena detentiva di anni 2, a seguito della condanna per tentata estorsione aggravata in concorso e minaccia e lesioni aggravate in concorso.
 
Giovedì 28 Febbraio 2019, 19:48 - Ultimo aggiornamento: 28-02-2019 19:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP