Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Prodotti ittici, pesce e uova venduti
nei lidi e nei ristoranti ma a rischio

Sabato 13 Agosto 2022
Prodotti ittici, pesce e uova venduti nei lidi e nei ristoranti ma a rischio

Uova non certificate, pesce e salumi mal conservati o senza indicazioni. Al punto da poter essere pericolosi per la salute, in particolare per turisti e vacanzieri che affollano la costa jonica e tirrenica. Ma Reggio Calabria e dintorni sono al centro dei controlli del Nas, che hanno sequestrato oltre 400 chili di prodotti alimentari privi di tracciabilità e riscontrato in numerose attività gravi carenze igienico-sanitarie. I militari in un lido balneare sul lungomare in località Pellaro di Reggio Calabria, durante l'ispezione delle cucine, hanno sequestrato 50 chili di prodotti ittici e uova privi di qualsiasi certificazione sull'origine. E, nella stessa località, in una gelateria, altri 50 chili di prodotti alimentari il cui titolare non sapeva giustificarne la provenienza.

Ancora: a Reggio Calabria, in altro stabilimento balneare, i carabinieri hanno sequestrato 15 chilli di formaggi e salumi di cui si sconosceva l'origine. Presso ristoranti, esercizi commerciali e lidi balneari di Ardore, Siderno, Bagnara Calabra, Villa San Giovanni e Locri ispezioni e sequestri di circa 350 chili di pesce, carne, salumi e preparati vari, privi di indicazioni su origine ed ingredienti, nonché conservati in locali con carenze igienico strutturali, o perché privi completamente di tracciabilità o etichettatura. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA