Rocco Morabito, arrestato in Brasile il superboss della 'ndrangheta: numero due tra i 100 latitanti più ricercati dopo Messina Denaro

Lunedì 24 Maggio 2021
Rocco Morabito, arrestato in Brasile il superboss della 'ndrangheta: numero due tra i 100 latitanti più ricercati dopo Messina Denaro

Preso Rocco Morabito. Il superboss della 'ndrangheta, numero due tra i 100 latitanti più ricercati, secondo solo al boss di Cosa nostra Matteo Messina Denaro, è stato arrestato dai Carabinieri del Ros in Brasile. Morabito era evaso nel 2019 insieme ad altri tre reclusi dal carcere centrale di Montevideo, dove era in attesa di definizione del suo processo di estradizione verso l'Italia.

 

 

Era evaso nel 2019

I carabinieri del Ros erano sulle tracce del superboss della 'ndrangheta Rocco Morabito, appena catturato in Brasile, dal 2019, quando Morabito era riuscito a evadere insieme ad altri tre detenuti dalla terrazza del carcere «Central» di Montevideo, in Uruguay, forse grazie all'aiuto di membri dei Bellocco residenti tra Buenos Aires e Montevideo. Da allora Morabito, principale punto di riferimento dei cartelli del narcotraffico, era diventato il numero due tra i latitanti più ricercati, secondo solo al capo di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro. Gli investigatori hanno seguito le sue tracce lungo tutto il Sudamerica, fino a riuscire a catturarlo a San Paolo, dove è stato arrestato insieme a Vincenzo Pasquino.

 

Condannato a 30 anni

Morabito, 55 anni, era stato arrestato nel 2017 in un hotel della capitale urugaiana dopo 23 anni di latitanza e alla fine dello marzo 2019 un tribunale penale d'Appello aveva confermato l'autorizzazione all'estradizione verso l'Italia. Condannato in Italia a 30 anni in contumacia, era ricoverato con i suoi complici in osservazione nell'infermeria del carcere.

Ultimo aggiornamento: 25 Maggio, 08:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA