Alberi abbattuti a Casertavecchia,
una denuncia fa aprire l'inchiesta

di Marilù Musto

Ci si lamenta perché gli alberi della panoramica di Casertavecchia sono cadenti e pericolosi. Ma quando vengono finalmente tagliati arriva la denuncia di un ignoto che fa aprire un'inchiesta sull'abbattimento degli alberi lungo la strada Provinciale.

Così, due giorni fa, l'ispezione dei carabinieri di Caserta con i tecnici della Provincia ha aperto un altro capitolo «tagliente» che riguarda gli alberi. L'ordine di ispezione è arrivato direttamente dalla procura di Santa Maria Capua Vetere, ma allo stato nessun nome compare nel registro degli indagati. Come se non bastassero grattacapi. La storia è questa: i pini e gli ulivi piantati lungo la panoramica da privati, sono caduti nel corso degli anni. E, siccome della bonifica e della messa in sicurezza dei crinali non se ne parla proprio, peggio ancora dell'eliminazione delle tonnellate di tronchi senza aderenza, i proprietari dei terreni con gli alberi cadenti hanno quindi chiesto, qualche settimana fa, di tagliare i tronchi pericolosi, anche perché sulla panoramica ci sono arbusti morti da un anno e mezzo che hanno reso i terreni fragili e franosi.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 18 Aprile 2019, 11:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP