Assalto al Palamaggiò, i piromani
volevano bruciare tutto l'impianto

Lunedì 14 Giugno 2021 di Mary Liguori
Assalto al Palamaggiò, i piromani volevano bruciare tutto l'impianto

La porta scardinata e l'assenza di tracce di combustione nella ormai abbandonata area esterna all'impianto sono la prova che l'incendio scoppiato ieri pomeriggio all'interno del Palamaggiò di Castelmorrone è di origine dolosa. I piromani hanno utilizzato una consistente quantità di materiale cartaceo presente negli uffici del piano rialzato della struttura per innescare e alimentare il rogo. Pochi dubbi sull'intenzione: volevano distruggere l'intero impianto. Non ci sono riusciti solo perché i vigili del fuoco del distaccamento di Caserta sono intervenuti tempestivamente e son così riusciti a isolare il fuoco alla sola zona in cui era divampato, un'ala retrostante l'area che, fino al marzo del 2020, ha ospitato le partite casalinghe della Juvecaserta e, prima ancora, concerti di artisti di fama internazionale. Le indagini, al momento affidate alla squadra di polizia giudiziaria dei caschi rossi, sono coordinati dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere. Sul posto, nelle drammatiche ore dell'incendio, sono intervenuti anche i carabinieri di Caserta.

Ultimo aggiornamento: 20:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA