«Lascio per evitare il commissario»,
svolta all'ordine degli avvocati

Lunedì 22 Febbraio 2021 di Biagio Salvati
«Lascio per evitare il commissario», svolta all'ordine degli avvocati

«Mi dichiaro pronto a rimettere la mia carica e le mie funzioni di presidente ed attendo un segnale per un chiaro patto di fine legislatura». È quanto scrive in una newsletter, rivolgendosi alla classe forense, il presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Santa Maria Capua Vetere Adolfo Russo all’indomani dell’impasse per il mancato raggiungimento del numero legale per proseguire l’attività e raccogliendo l’invito di una lettera del consigliere Giuseppe Gallo ad oggetto «la disamina della situazione attuale, analisi delle cause e prospettive future». Un gesto nobile per il bene dell’avvocatura, apprezzato da più parti quello di Russo, che prosegue così la sua nota: «Faccio mia la valutazione di considerare, ad onta di qualche sconsiderata invocazione, il commissariamento come una assoluta mortificazione che l’avvocatura sammaritana non merita».

Nell’auspicare l’adesione alla convocazione di un prossimo consiglio ad-hoc sull’ordinario, Russo ribadisce che «non ha alcun interesse alla conservazione di poltrone, o assimilabili, e l’unico ed esclusivo motivo che mi ha animato sia quello di puro spirito di servizio». La parola spetta ora ai destinatari della nota i quali, secondo Russo, «sapranno cogliere la delicatezza del momento e la necessità di dare concreto supporto alle esigenze della classe, che devono travalicare gli interessi dei singoli».

Ultimo aggiornamento: 20:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA