Bidella morta cadendo mentre puliva i vetri,
preside interrogata sulle misure di sicurezza

Mercoledì 20 Gennaio 2021 di Biagio Salvati
Bidella morta cadendo mentre puliva i vetri, preside interrogata sulle misure di sicurezza

Caduta dopo un volo di cinque metri mentre era intenta a pulire i vetri su una scala e una lotta tra la vita e la morte durata una settimana fino, al decesso. Così morì, quasi cinque anni fa, Gerarda Palla, una collaboratrice scolastica di 52 anni, in servizio il 4 gennaio del 2016 nell’istituto scolastico professionale di Santa Maria Capua Vetere, «Righi».

Questa mattina davanti alla Corte di Assise è comparsa la preside Alfonsina Corvino accusata di omicidio colposo con Annamaria Di Stadio, una docente responsabile dei servizi generali. Le risposte della preside non hanno convinto la difesa (l’avvocatessa Natalina Mastellone per il marito e i figli della vittima, gli avvocati Domenico Pigrini e Giuseppe Cipullo per i genitori, sorelle e fratello) soprattutto sulle direttive che erano state impartite relativamente alle attività che dovevano compiere i collaboratori scolastici ed il personale Ata e sulle misure di sicurezza per evitare tragedie come quella che ha riguardato la collaboratrice scolastica.

C’è un giallo anche su un video presentato dalla difesa della preside (avvocato Domenico Naso) dove si vede un cartello di pericolo accanto alle finestre e girato il giorno della tragedia sul quale è in corso un accertamento.

 

Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio, 19:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA