Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Brucellosi, la protesta degli allevatori
contro gli abbattimenti con il Bufala tour

Lunedì 11 Luglio 2022
Brucellosi, la protesta degli allevatori contro gli abbattimenti con il Bufala tour

«Se qualcuno ha puntato sul fatto che la mobilitazione degli allevatori e dei loro alleati si fermerà per stanchezza pensando, cosi, di non dover dare le risposte che servono, può mettersi l'anima in pace: non sarà cosi. Coloro che, invece, hanno a cuore il cibo buono, la conversione agroecologica, gli interessi delle comunità possono rassicurarsi: andremo avanti fino alla fine. E il fine è riconquistare un futuro per gli animali, gli allevatori, i trasformatori artigianali, la filiera di territorio e le comunità di Terra di Lavoro». Con queste parole, Gianni Fabbris, portavoce del coordinamento Unitario degli allevatori bufalini del Casertano, annuncia le iniziative che caratterizzeranno in questa fase estiva la protesta che ormai si protrae da mesi.

Gli allevatori protestano in particolare contro il piano regionale di eradicazione della brucellosi e della Tbc bufalina, varato nel marzo scorso, di cui viene chiesta la sospensione e la modifica nel senso di rendere effettiva la vaccinazione e abbandonare la strada degli abbattimenti.

Video

In quasi dieci anni sono state abbattute 140mila bufale provenienti da allevamenti situati soprattutto in quattro comuni focolaio del Casertano - sono Grazzanise, Santa Maria la Fossa, Cancello e Arnone e Castel Volturno. La prima iniziativa sarà il Bufala Tour e si svolgerà il 18 luglio nell'area cluster, la seconda (il 21 luglio) con i trattori a Napoli, la terza a Roma nella sede del Parlamento Europeo (il 28 luglio). Il Bufala tour, «che si rivolge - spiega Fabbris - agli operatori dell'informazione, della comunicazione, ai videomakers ed ai bloggers, a rappresentanti di associazioni e movimenti ed a quanti, cittadini e rappresentanti istituzionali, siano interessati a capire cosa sta accadendo ed a conoscere dalla viva voce e dalla testimonianza degli allevatori e dei loro alleati il racconto sulla realtà», durerà otto ore con partenza dalla Piazzetta di Borgo Appio (Grazzanise) e un percorso che si sviluppa in cinque tappe, con tre tappe previste in altrettante aziende bufaline.

© RIPRODUZIONE RISERVATA