Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Angela grave dopo bypass gastrico,
nove ore di intervento salvavita

Lunedì 13 Giugno 2022
Angela grave dopo bypass gastrico, nove ore di intervento salvavita

È durato oltre 9 ore l'intervento «salvavita» cui è stata sottoposta al Secondo Policlinico di Napoli Angela Iannotta, la 29enne di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), madre di tre figli piccoli, vittima di un presunto caso di malasanità dopo essere stata operata due volte nei mesi scorsi allo stomaco perché voleva dimagrire. Per la sua vicenda è indagato dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere il chirurgo bariatrico Stefano Cristiano. Dopo l'operazione la 29enne è stata portata in terapia intensiva per prevenire eventuali complicazioni.

Ad operare la Iannotta è stata un'equipe multidisciplinare diretta e coordinata da Franco Corcione, professore universitario e direttore della divisione di chirurgia generale dell'Ateneo Federico II; Corcione aveva preso a cuore la situazione della Iannotta, e aveva promesso di operarla, sebbene l'intervento fosse molto complesso e rischioso, visto che si trattava di ricostruire organi interni come l'esofago e parte dell'addome compromessi dalla setticemia e dalla necrosi che avevano colpito la ragazza a febbraio.

LEGGI ANCHE Grave dopo bypass grastrico: sarà operata al Policlinico Federico II con tecnologia 3D

La Iannotta era finita in ospedale a Caserta il 3 febbraio scorso, pochi giorni dopo essere stata operata con il bypass gastrico, alla clinica Villa del Sole di Caserta, dal chirurgo Stefano Cristiano; pochi mesi prima, nel marzo 2021, la Iannotta era stata operata sempre da Cristiano alla clinica Villa Letizia de L'Aquila, e anche in quella circostanza erano sorte complicanze. All'ospedale di Caserta la Iannotta ha subito due interventi salvavita, ma si è reso necessario anche l'intervento odierno per permetterle di alimentarsi naturalmente e per via endovenosa. Nell'indagine sulla vicenda di Angela Iannotta, avviata dopo la denuncia presentata dagli avvocati Raffaele e Gaetano Crisileo, che assistono i familiari della 29enne, sono indagati oltre Cristiano, anche medici delle due cliniche in cui la giovane donna è stata operata allo stomaco. 

LEGGI ANCHE Ricoverata dopo bypass gastrico, Angela trasferita al Policlinico Federico II: intervento previsto per fine giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA