Furti in Campania e Lazio,
sgominata banda dei ladri di camion

Sabato 26 Marzo 2022 di Antonio Borrelli
Furti in Campania e Lazio, sgominata banda dei ladri di camion

Erano passati più di una volta nel giro di alcuni mesi. E ogni visita coincideva con un furto. Alla fine, saranno almeno tre i camion rubati in un'attività imprenditoriale del posto.
Ma tra il novembre del 2018 e il novembre del 2019 la banda aveva colpito in diversi comuni delle province di Caserta, Salerno, Napoli, Frosinone e Latina, in un vero e proprio tour criminale tutto mirato al furto di automezzi e materiali per l'edilizia. I colpi della banda - che poi si è scoperta essere composta da quattro persone - sono stati frequenti e studiati nel dettaglio. Prima prendevano di mira la aziende edilizie campane e del basso Lazio, poi agivano di notte entrando negli stabilimenti e fuggendo a bordo dei mezzi. In un solo anno la banda rubò mezzi per un valore di oltre 600mila euro.

Le indagini dei carabinieri di Sessa Aurunca sono iniziate da subito, seguendo tracce e cercando legami tra i diversi raid in Campania. La complessa e articolata attività investigativa - coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere - si è servita anche di intercettazioni telefoniche, ambientali e di servizi dinamici sul territorio. Poi, nella notte tra mercoledì e giovedì, a due anni e mezzo dai furti, è arrivato il provvedimento a conclusione delle indagini. I carabinieri della stazione di Sessa Aurunca sono infatti intervenuti nei comuni partenopei di Ottaviano, Terzigno e San Giuseppe Vesuviano e in quello salernitano di Sarno per arrestare i quattro membri della banda, con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di un numero indeterminato di delitti contro il patrimonio, in particolare furti di automezzi e materiali per l'edilizia commessi in danno di molteplici attività commerciali dedite alla vendita di diversi materiali. Uno degli arrestati è stato intanto condotto nel carcere di competenza, mentre gli altri tre sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

LEGGI ANCHE Galleria Vittoria di Napoli, il flop dei controlli: ladri in azione con il camion

Tutti i mezzi recuperati, invece, sono stati restituiti ai legittimi proprietari. Ma i furti analoghi continuano in tutto l'alto Casertano da mesi. L'ultimo raid due settimane fa a Pontelatone, dove è stata presa di mira l'abitazione di un imprenditore locale. I ladri hanno prima smontato un cancello automatico e poi forzato la porta di un deposito per poter rubare alcune attrezzature. Avrebbero caricato tutto su un camion dello stesso imprenditore. Il deposito Sorgeko, azienda del gruppo Sorbo incaricata del conferimento dei rifiuti a Pastorano, venne colpita due volte in due settimane. Una dinamica praticamente identica a quella riscontrata in almeno altre sei occasioni. A Presenzano i cancelli di un'officina meccanica vennero abbattuti per uscire con due veicoli della Comunità Montana Monte Santa Croce. A essere preso d'assalto anche il deposito della Res di Calvi Risorta.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA