Terreni per coltivare a due passi dalla città,
anche i professionisti riscoprono i campi

Lunedì 12 Aprile 2021 di Marilù Musto
Terreni per coltivare a due passi dalla città, anche i professionisti riscoprono i campi

Ha lo stesso spirito degli orti sociali, ma non lo è. Ci sono anche le galline, ma non è una vera azienda agricola. L’impresa di Eduardo Oliva e del fratello Alfonso è qualcosa di più: «È un’idea che si è trasformata in un lavoro», spiega Eduardo.

Video

Di professione architetti, i due fratelli un giorno hanno deciso di rendere produttivo un vecchio terreno del padre. La cantilena indefessa delle nuove generazioni che lasciano i campi per le professioni svolte dietro a delle scrivanie non è stata ascoltata dai due architetti. Fra Mezzano e Casolla, nelle periferie dimenticate dalle varie amministrazioni, sorge una sorta di «fattoria all’aperto» dove i cittadini di Caserta e dintorni, almeno 70 famiglie in tutto, coltivano il loro pezzetto di terreno con prodotti che piantano, annaffiano e poi raccolgono. Dalle insalate agli ulivi, dai cavoli viola alle zucchine. Questa passione green di Eduardo e Alfonso si chiama Hortum Meum.

Ultimo aggiornamento: 16:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA