Pietro Serino Capo di Stato Maggiore
dell'Esercito: l'orgoglio di Casapulla

Martedì 23 Febbraio 2021 di Alberto Zaza d'Aulisio
Pietro Serino Capo di Stato Maggiore dell'Esercito: l'orgoglio di Casapulla

Radici casertane del nuovo capo di Stato Maggiore dell'Esercito Pietro Serino. A Casapulla la casa dei nonni in via Kennedy dove l'allora allievo della Nunziatella tornava ogni sabato per trattenersi col nonno Pietro, sottufficiale nell'Arma delle Trasmissioni, così come il padre Giuseppe, trasferito per ragioni di servizio nella Capitale dove il giovane generale di Corpo d'Armata è nato 61 anni fa. Domani il passaggio delle consegne col predecessore Salvatore Farina altro conterraneo col quale implementa la presenza dei casertani ai vertici delle Forze Armate. A Casapulla tornava anche con i genitori in occasione dei tradizionali festeggiamenti in onore del patrono Sant'Elpidio. Il sindaco Renzo Lillo non ne ha conoscenza diretta ma attraverso i cugini napoletano. Il generale di Cavalleria Silvestro Maccariello, invece,è tra i casapullesi che lo hanno conosciuto ma non per ragioni di servizio. Forti tradizioni di cultura militare in casa Serino come, del resto, in Casapulla che annovera, tra gli altri, il mitico Capo della Sanità Militare , generale medico Clemente Santillo, spentosi ultracentenario qualche anno fa, e la Medaglia d'Argento al valor Militare nonché Croce di Guerra Tedesca nel secondo conflitto mondiale don Giuseppe Maccariello, che fu Cappellano Militare ,poi amatissimo parroco nella sua comunità cittadina.

Ultimo aggiornamento: 20:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA