Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cinque telefonini e due penne Usb
nel carcere di Santa Maria Capua Vetere

Sabato 17 Settembre 2022
Cinque telefonini e due penne Usb nel carcere di Santa Maria Capua Vetere

Cinque telefoni cellulari e due penne Usb sono stati sequestrati nel carcere di Santa Maria Capua Vetere dal personale di Polizia Penitenziaria. A darne notizia è Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria (Sappe): «Questa mattina all'alba - racconta il sindacalista - gli uomini della Polizia Penitenziaria hanno esaminato e perquisito ogni anfratto della Sezione detentiva Tamigi trovando ben cinque telefoni cellulari, perfettamente funzionanti, e due penne USB. La pur significativa carenza organica del penitenziario sammaritano viene colmata dalla grande professionalità degli uomini e delle donne della Polizia Penitenziaria. È ormai indifferibile però adottare tutti quegli interventi che mettano in grado la Polizia Penitenziaria di contrastare la rapida innovazione tecnologica e la continua miniaturizzazione degli apparecchi, che risultano sempre meno rilevabili con i normali strumenti di controllo». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento