Casalesi, sotto chiave l’impero di Zagaria ​in Romania: arrestati 2 fratelli

ARTICOLI CORRELATI
di Mary Liguori

  • 90
Sotto chiave l’impero di Zagaria in Romania. Arrestati Nicola e Giuseppe Inquieto, fratelli dell’uomo che nascondeva il boss quando fu arrestato, nel 2011. 

L’operazione, denominata “Transilvania”, è stata condotta dagli uomini della Dia di Napoli, diretta dal capocentro, il neo dirigente superiore Giuseppe Linares, ed è stata coordinata dal maggiore Fabio Gargiulo, si è svolta tra Caserta e Pitesti, dove i due fratelli possiedono un impero imprenditoriale. La Dia si è avvalsa del supporto di Eurojust e del Servizio Interpol, che hanno consentito di individuare un imponente patrimonio societario ed immobiliare in Romania, tra imprese edili, centri benessere, varie centinaia di appartamenti già ultimati o in costruzione.
 

Come detto, i due sono fratelli di Vincenzo Inquieto, l’idraulico proprietario  della villa di via Mascagni a Casapesenna dove si nascondeva il capo dei capi dei Casalesi. Il bunker in cui fu intercettato il boss Michele Zagaria il 7 dicembre del 2011 si trovava sotto il pavimento di casa degli Inquieto. Dopo quel momento, sono stati incrementati gli investimenti esteri dei fratelli che hanno costruito  un vero e proprio impero nell’Est europeo.

I due imprenditori, uno residente ad Aversa e l’altro in Romania, rispondono di associazione per delinquere di stampo mafioso.

Le delicate verifiche che hanno consentito di ricostruire la rete estera dei Casalesi si sono svolte sotto il coordinameno della Dda di Napoli, procuratori aggiunti Luigi Frunzio e Giuseppe Borrelli, sostituti Alessandro D’Alessio, Maurizio Giordano Catello Maresca e Simona Belluccio.
Giovedì 12 Aprile 2018, 08:16 - Ultimo aggiornamento: 13 Aprile, 08:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP