La caserma borbonica cade a pezzi,
concessi 180 giorni per i lavori

di Giuseppe Miretto

  • 257
MADDALONI - Decisa la vendita all'asta dell'ex caserma Annunziata. E scatta una affannosa, e forse tardiva, corsa contro il tempo per scongiurare l'alienazione immobiliare della più grande struttura militare borbonica della provincia di Caserta. Meno di 180 giorni a disposizione per fermare una procedura già avviata dall'Agenzia del Demanio. La struttura crolla a pezzi e la vendita è slittata solo perché è in corso, dopo il sequestro preventivo ordinato dalla magistratura, un «intervento di somma urgenza». Infatti, si stanno investendo quasi 800mila euro per impedire un disastro strutturale incontrollabile: il crollo definitivo dei tetti, il cedimento di parte della facciata anteriore e il collasso completo dei solai del secondo e terzo piano. A tutela della pubblica e privata incolumità sono stati imposti tempi per un intervento più che straordinario: in soli 180 giorni lavorativi deve essere garantito il rifacimento e consolidamento dei tetti, dei solai e della facciata lato strada.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 11 Febbraio 2019, 11:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP